Germania, lo spot di Natale fa commuovere – VIDEO

spotA Natale è ormai tradizione che alcuni grandi marchi e catene di supermercati lancino degli spot, o per meglio dire dei Christmas short movie, molto emozionanti. Video che colpiscono dritto al cuore celebrano i valori del Natale dell’amore, della solidarietà e della famiglia.

Famosi in questo campo sono gli spot di Natale dei magazzini inglesi John Lewis (lo spot del 2015 è dedicato alla solitudine con l’uomo della Luna) e dei supermercati, sempre inglesi, Sainsbury (bellissimo il capolavoro dello scorso anno sulla Grande Guerra ). Quest’anno per farci emozionare e piangere scendono in campo anche i tedeschi.

La catena tedesca di supermercati Edeka ha lanciato infatti uno spot di Natale che in pochissimi giorni ha conquistato e fatto commuovere milioni di persone (più di 11 milioni le visualizzazioni). Il Christmas movie mostra un uomo anziano lasciato solo dalla famiglia. I figli sono sparsi per il mondo e non lo raggiungono nemmeno a Natale, gli mandano solo gli auguri. Poi arriva la tragica notizia: l’uomo è morto.

I figli e i nipoti si radunano per il funerale e tornano alla casa paterna. E lì trovano l’uomo che li accoglie, in perfetta salute, che gli dice : “Devo fare questo per avervi con me?”. La famiglia si riunisce, si abbraccia e ora sì che si può fare il pranzo di Natale.

Uno spot che colpisce dritto al cuore ricordandoci di stare vicino alle persone che amiamo, di non rimandare perché la vita è purtroppo molto fugace.

 

Previous articleNatale 2015. Regala una crociera! Ecco le super offerte
Next articleNatale sulla Riviera Romagnola: la magia dei presepi
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.