Previsioni meteo: break d’estate, poi arriva l’inverno

Freddo

A Roma si chiamano ‘ottobrate’, sono quelle giornate di ottobre in cui il clima è così mite che sembra estate. Ed in questo inizio di settimana su parte dell’Italia secondo le previsioni meteo ci saranno delle ‘ottobrate’ ossia una recrudescenza estiva almeno sul termometro. Al Sud il cielo sarà soleggiato e le temperature toccheranno perfino i 30 gradi,  al Centro si arriverà a circa 26 gradi. Più rigido, ma soprattutto più instabile al Nord dove invece nuvole e temporali si alterneranno. Una piccola parentesi estiva in vista di un inverno in anticipo.

Stando al portale ilmeteo.it a partire da oggi si registra l’avanzare dell’alta pressione Nordafricana che investirà il meridione (specie la Sicilia e la Sardegna) facendo salire la colonnina di mercurio, portando un sole fuori stagione e facendo perfino venir voglia di un bagno al mare. Anche il Centro Italia sarà interessato dal caldo, ma il cielo sarà quanto mai instabile con possibili piovaschi specie sulle Marche. Mercoledì la perturbazione che sta facendo tribolare il Nord con piogge sparse si allargherà al Centro e nel weekend un ciclone carico di pioggia arriverà al Sud con nubifragi previsti su molte regioni.

Insomma sole, pioggia e poi un inatteso freddo. Il meteo informa che intorno al 13/15 ottobre arriverà un’ondata di aria gelida proveniente dalla Russia che dal Nord al Sud Italia ci farà battere i denti (temperature sotto zero di minima sulle Prealpi) e farà cadere la neve anche a bassa quota.

 

 

Previous articleArriva “Mamma Cult” per visitare le città d’arte con i bambini
Next articleFuga a Budapest: vacanza low cost a 100 euro
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.