Allerta meteo: arriva il ciclone Mediterraneo

meteo piogge

Siamo ufficialmente entrati in autunno. A ricordarcelo non è solo il calendario, ma anche il cielo, che fra nuvoloni, piogge sparse e temperature più rigide ci ha fatto catapultare lontano dall’estate. L’inizio dell’ultima settimana di settembre che ci traghetta ad ottobre è iniziato con una forte instabilità che porterà nuvolosità sparsa pressoché ovunque lungo lo Stivale. Le regioni centrali tirreniche saranno interessate da possibili piovaschi, la Calabria, la Sicilia e la Sardegna saranno raggiunte da temporali che potrebbero diventare anche molto intensi sulle due isole maggiori.

Il portale ilmeteo.it avverte dell’arrivo di un potente vortice depressionario, denominato ‘ciclone mediterraneo’ giovedì 1 ottobre. Venti freschi sull’Italia faranno crollare ulteriormente le temperature, ma a preoccupare è soprattutto la pioggia che interesserà innanzitutto le regioni tirreniche. E’ allerta per i possibili nubifragi che potrebbero abbattersi su Sardegna e Sicilia che potrebbero assumere addirittura carattere alluvionale su Costa Smeralda, Ogliastra, Nuorese e Cagliaritano. In Sicilia le zone che potrebbero essere colpite dai nubifragi sono il Catanese,  il Siracusano ed il RagusanoA rischio nubifragi anche la zona di Reggio Calabria.

Il direttore de ilmeteo.it Antonio Sanò avvisa che il maltempo del ciclone mediterraneo interesserà anche, ma con meno intensità, le regioni centrali, la Liguria ed il Piemonte. La depressione durerà un paio di giorni e nel corso del weekend il tempo dovrebbe ristabilirsi.

Previous articleVendemmia 2015: le feste del vino in Italia
Next articleVoli low cost: una settimana in Europa con EasyJet a meno di 50 euro
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.