Home News Meteo, arriva ondata di caldo record sull’Italia

Meteo, arriva ondata di caldo record sull’Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:37
CONDIVIDI

caldo-record_2

Da oggi e per i prossimi due/tre giorni questo settembre assomiglierà ad un agosto. Almeno sulla parte meridionale e centrale dell’Italia perché come preannunciato è in arrivo una’ondata di caldo record, proveniente dall’Africa, che farà schizzare in alto le temperature e ci farà agognare un tuffo al mare.

Se già da oggi abbiamo assistito ad un rialzo termico sulle regioni centrali e meridionali (ancora temporali e rovesci su Toscana e Campania) è niente rispetto a quello che succederà nei prossimi giorni. Stando al portale ilmeteo.it da domani ci sarà un crescendo favorito anche dai venti meridionali che porteranno le massime a valori record: 39 gradi in Puglia, Sicilia e Calabria (specie nelle zone interne) e fino 35 gradi sul resto delle regioni meridionali e del centro. Roma dovrebbe essere una delle città più calde del centro con la colonnina di mercurio che arriverà a toccare i 36 gradi.

Ma mentre al centro e al sud sarà estate piena, al Nord sarà più autunno. Temperature più basse (massime intorno ai 29 gradi) e soprattutto forte instabilità, Giovedì sono attesi temporali e grandinate su tutte le regioni del settentrione (dal Piemonte al Triveneto), con rischio di nubifragi.

Nel weekend al Sud e al Centro l’ondata di caldo africano dovrebbe lasciare il passo a temperature calde, ma più in linea con la stagione, al Nord Ovest un sole settembrino manderà via le perturbazioni, che invece flagelleranno il Nord Est, l’Emilia Romagna e le regioni adriatiche.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteFuga dalla città: weekend di gusto e relax nelle Langhe
Articolo successivoTaormina: weekend low cost al sole a fine settembre
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.