Il paese dove c’è il divieto di morire

falcianoDIVIETI ASSURDI DIVIETO MORIRE / ROMA – A Falciano del Massico, in provincia di Caserta, il sindaco ha emesso un divieto alquanto particolare, ovvero il divieto di morire. Con un’ordinanza il sindaco Giulio Cesare Fava ha annunciato: “è fatto divieto, per quanto nelle possibilità di ciascuno, ai cittadini residenti o comunque di passaggio di oltrepassare il confine della vita terrena per andare nell’aldilà”. Il motivo è semplice: a Falciano manca il cimitero e fino ad oggi i Falcianesi, seppur controvoglia, hanno usato il cimitero di Carinola, il comune accanto, ma fra i due paesi non c’è un buon rapporto così sebbene sia stato deciso di ampliare il cimitero di Carniola, per motivi politici il sindaco di Falciano non è mai stato messo al corrente degli sviluppi, così Fava ha infine deciso di staccarsi dal comune limitrofo per iniziare i lavori per un cimitero nuovo. Nel frattempo in paese il fatto di essere «obbligati» a non morire piace. E tanto.

 

Stefania Marchitelli

Previous articleViaggiare low cost? Addio al last minute, per risparmiare conviene prenotare almeno 60 giorni prima
Next articleI 5 luoghi più belli da visitare se sei un amante dei libri
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.