Home Alberghi Bora Bora, il paradiso extralusso – FOTO e VIDEO

Bora Bora, il paradiso extralusso – FOTO e VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:49
CONDIVIDI

BORA BORA POLINESIA MOANA RESORT EXTRALUSSO / ROMA – Si dice che non importa dove sei, l’importante è con chi sei. Vero. Verissimo. Ma ci sono certi posti al mondo in cui questo forse è meno vero. Quei posti che assomigliano al paradiso in terra. Uno di questi è Le Moana Resort  al Matira Point di Bora Bora. Lambito da due lingue di spiagge bianchissime e da acque cristalline, è un luogo semplicemente meraviglioso. Un hotel extralusso con le classiche palafitte polinesiane in legno dotate di ogni comfort che possiate immaginarvi. Ogni giorno potrete scegliere tra numerose attività e sport acquatici e provare l’emozionante esperienza di dar mangiare agli squali presso l’acquario all’aperto del resort. Inoltre chef di prim’ordine vi attendono per cucinarvi pietanze prelibate che gusterete al Noa Noa terrace o al Vini Vini Bar Restaurant ubicato a bordo piscina. E poi terrazze panoramiche a pelo d’acqua in cui godervi tramonti indimenticabili mentre sorseggiate un drink. Vi manca qualcosa ora?!

Per concedervi un lusso del genere dovete però avere un portafoglio molto, ma molto gonfio. Già perché Le Moana Resort non è certo un hotel per tutti. I prezzi per una camera per due persone a notte vanno dai 525 del bungalow fronte spiaggia agli oltre 800 della palafitta sull’acqua. Inoltre c’è da considerare il volo per arrivare in Polinesia che andata e ritorno si aggira sui 200o euro. Insomma sperando in un futuro di ricchezza, nel frattempo possiamo concederci di sognare.

Clicca qui per vedere il video del LE MOANA RESORT

CONDIVIDI
Articolo precedenteLow cost, le migliori offerte: voli e treni
Articolo successivoPrevisioni meteo 27-28 febbraio: che tempo farà?
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.