Home Destinazioni e Guide turistiche Italia VIDEO – Tutti contro la D’Urso: la polemica di Trenitalia e la...

VIDEO – Tutti contro la D’Urso: la polemica di Trenitalia e la furia di Selvaggia Lucarelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:40
CONDIVIDI

D’URSO POLEMICA TRENITALIA VIDEO / Il video postato da Barbara D’Urso in cui la conduttrice napoletana si lamenta di aver dovuto aspettare al freddo sul binario l’arrivo del treno ha fatto infuriare il web. Nessuno ha gradito il vittimismo arrogante della D’Urso: nè i pendolari che ogni giorno viaggiano in condizioni al limite della decenza, nè i colleghi, nè i comuni mortali. Negli ultimi tempi la presentatrice tv è nell’onda del ciclone: dall’intervista ben poco graffiante a Berlusconi alle gaffe (‘ringraziamo i ciechi che ci stanno guardando’) tutti ce l’hanno con lei. L’ultima ad aver risposto alla D’Urso è Selvaggia Lucarelli che in fatto di ironico cinismo ci sa decisamente fare. “Mio figlio di anni 8 prende svariati treni al mese per andare a Roma e attende sui binari con o senza raffreddore. E se ti vede infreddolita si leva pure il cappotto per coprirti. Non frigna a 8 anni, figuriamoci se lo farà a 50” ha detto l’editorialista di Libero che ha poi aggiunto: “Il colpo di tosse iniziale per enfatizzare il dramma manco mio figlio quando finge il mal di pancia per lasciare la verdura nel piatto. Visto che sei malata, magari prendi un aereo. Ah già, hai la fobia. Che poi non hai paura di intervistare Misseri e Berlusconi nella stessa puntata e hai paura dell’aereo. Bah. Chi ti capisce. Se a te spetta la tessera platinum perchè prendi il Frecciarossa prima classe due volte a settimana, quelli che si fanno la tratta Napoli – Aversa meritano la tessera coi diamanti di Liz Taylor incastonati tra un numero e l’altro”. E infine la chiosa finale: “Visto che ti definisci ‘rispettosa’, i piedi giù dal sedile. Grazie”. La battaglia è tutt’altro che conclusa.

 

IL FUORIONDA CON BERLUSCONI

 

CONDIVIDI
Articolo precedentePaura a Berlino, rischio attentato: acido alle fermate dei bus
Articolo successivoCompagnie aeree bizzarre: nudi in aereo
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.