CONDIVIDI

 

Aeroporto Manila. Getty Images

Filippine Manila scherzo carcere battuta aeroporto/Roma-Uno scherzo alla dogana è costato caro a Fabrizio Salvini che, in partenza da Manila, ha dichiarato di avere tre bombe atomiche in tasca e di appartenere ad Al-Quaeda. Nelle Filippine vi sono leggi severe a proposito di questo tipo di battute -negli aeroporti vi sono chiari avvisi- e ora il cittadino italiano rischia due anni di carcere.