CONDIVIDI

La telefonata fra la Capiteneria di porto e il comandante Schettino. E’ l’1.46 del mattino della maledetta notte del naufragio della Costa Concordia l’ufficiale è sceso dalla nave, ma ci sono ancora molte persone a bordo. Il comandante Gregorio Maria De Falco richiama Schettino ordinandogli di risalire sulla Concordia: i toni sono molto concitati e si scaldano rapidamente.