Vacanze Mare 2011 | Ecco le spiagge più belle d’Italia. La classifica

Riserve dello Zingaro, San Vito Lo Capo (foto dal web)

VACANZE MARE 2011 SPIAGGE BELLE ITALIA CLASSIFICA / ROMA – La spiaggia più bella d’Italia è quella di San Vito Lo Capo, nella Sicilia Settentrionale,nel trapanese. Almeno questo è quanto risulta dalla classifica di TripAdvisor, ‘Travellers’Choice Beaches Award‘ stilata in base ai giudizi delle recensioni di viaggio degli utenti. Al secondo posto si piazza la Sardegna con Villasimius e le spiagge di Notteri, Simius e Porto Giuncu. La Sicilia torna sul podio con Lampedusa: apprezzata per la sua natura selvaggia e per la sua famosa spiaggia dei Conigli. La Puglia è presente al quarto posto con Vieste (spiaggia di Pizzomunno, Baia dei Campi, Baia della Pergola) e all’ottavo con Otranto (Torre dell’Orso). Poi spazio ancora alla Sardegna che conquista il quinto posto con Alghero (spiaggia di Buratin, Cala Luna, Pelosa); il nono con Santa Teresa di Gallura (Capo Testa, Rena Bianca, la Marmorata, Valle della Luna) e il decimo con San Teodoro (Segafusti, Cala D’Ambra e Isuledda). La Campania è al sesto posto con Positano con le sue spiagge di Fornillo, Arienzo e Spiaggia Grande. Unica località del nord presente in classifica all’ottavo posto è Monterosso al Mare, in Liguria, nelle Cinque Terre.

Previous articleFrancia | Mont Saint Michel, maree incanto di Primavera
Next articleVacanze Mare 2011 | Le spiagge più belle d’Europa. La classifica
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.