Home Destinazioni e Guide turistiche Italia News | Roma, Musei Vaticani: aperture serali

News | Roma, Musei Vaticani: aperture serali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:43
CONDIVIDI
Particolare del Giudizio Universale, Cappella Sistina (foto dal web)

NEWS ROMA MUSEI VATICANI APERTURE SERALI BY NIGHT / ROMA – Dopo il successo dello scorso anno, con oltre 30.300 presenze, torna per la terza edizione l’apertura serale dei Musei Vaticani. Dal 6 maggio fino al 28 ottobre, agosto escluso, tutti i venerdì i ‘Musei del Papa’ apriranno le loro porte anche al tramonto, dalle 19 alle 23 (ultimo ingresso alle 21.30).
Settori museali visitabili: Museo Gregoriano Egizio, Museo Pio Clementino, Gallerie Superiori (Candelabri, Arazzi e Carte Geografiche), Stanze di Raffaello, Appartamento Borgia, Collezione Arte Religiosa Moderna, Cappella Sistina.
Costo del biglietto: intero € 15,00 + € 4,00 diritto di prevendita; ridotto € 8,00 + € 4,00 diritto di prevendita.
Servizio visita guidata: disponibile su prenotazione online. Per informazioni: [email protected]

N.B.: prenotazione obbligatoria online: clicca qui

CONDIVIDI
Articolo precedenteRoma | Beatificazione Giovanni Paolo II, notte bianca di preghiera
Articolo successivoNews | Beatificazione Giovanni Paolo II – Alitalia più voli per Roma
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.