Home News News | Giappone, a Fukushima torna la speranza

News | Giappone, a Fukushima torna la speranza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:08
CONDIVIDI

NEWS GIAPPONE  ULTIME NOTIZIE FUKUSHIMA/ROMA-A Fukushima ritorna la speranza. L’Aiea a Vienna ha assicurato che la situazione nella centrale nucleare sta evolvendo nella giusta direzione. Sono infatti parzialmente riusciti i tentativi di ripristinare la corrente elettrica, i sistemi di raffreddamento delle vasche di stoccaggio sono di nuovo in funzione nei reattori 5 e 6, e dal blocco due non si sono osservate perdite di fumo. Il responsabile dell’Aiea ha comunque sottolineato: “Non è ancora chiaro se le pompe dell’acqua sono state danneggiate o se funzioneranno quando l’elettricità verrà riattivata”.
Accuse sono state mosse contro la Tepco dal Wall Street Journal, in quanto avrebbe”consapevolmente” rallentato gli interventi per raffreddare i reattori con l’acqua di mare per salvare parti dell’impianto. L’acqua di mare infatti abbassare la temperatura dei reattori riducendo i rischi di ulteriori esplosioni e fughe radioattiva, ma danneggia i reattori rendendoli a lungo andare del tutto inservibili. Akiera Omoto, ex dirigente della Tepco e attuale membro della Commissione Giapponese per l’Energia Atomica, ha dichiarato al Wsj che Tepco avrebbe “esitato perche ha cercato di proteggere i suoi asset”.
Ad oggi sono sei i lavoratori impegnati nei tentativi di salvataggio della centrale risultati contaminati da un livello eccessivo di radiazioni. Gli operai stanno comunque continuando a lavorare in quanto non presentano sintomi clinici del contagio.
Cresce il bilancio delle vittime della tragedia. Sono circa 20mila le vittime e i dispersi in seguito al terremoto ed allo tsunami, ma secondo altre fonti, le vittime sarebbero più di quindicimila nella sola Prefettura di Miyagi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews | Guerra in Libia-Gheddafi: “L’Italia ha tradito”
Articolo successivoNews | Addio a Knut, il famoso orsetto dello Zoo di Berlino
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.