Home Destinazioni e Guide turistiche Italia FAI | Abbazie ed eremi: ecco il cuore degli italiani

FAI | Abbazie ed eremi: ecco il cuore degli italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19
CONDIVIDI

FAI ABBAZIE EREMI ITALIA / ROMA – Dove sta il cuore degli italiani? A sorpresa, secondo un sondaggio del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) in un posto ai più sconosciuto, ma che merita senz’altro una visita, il Complesso degli Eremi dell’Abbazia di Santa Maria di Pulsano, a Monte Sant’Angelo in provincia di Foggia. Questo splendido angolo d’Italia, incastonato nella campagna pugliese fra gole impervie e vallate, racchiude degli eremi silenziosi scavati nella roccia grigia. Un complesso voluto nel IV secolo dal Papa monaco San Gregorio Magno. Per ben 34.118 votanti è questo il posto del cuore del Belpaese. Al secondo posto di questo speciale censimento si è piazzata la Casa Desanti Bossi a Novara, una villa ottocentesca disegnata da Alessandro Antonelli, che versa in stato di totale abbandono. Al terzo scalino del podio troviamo la cosidetta ‘Chiesa delle Sigaraie’, ossia la settecentesca Santa Caterina di Lucca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMosca | Attentato all’aeroporto: 35 vittime
Articolo successivoViaggi low cost | ‘Couchsurfing’: il risparmio è sul divano
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.