ViaggiNews

Pasquetta a Roma: dove andare e cosa fare

venerdì, 14 aprile 2017

Colosseo, Roma (iStock)

Se trascorrerete la Pasquetta a Roma, ecco alcune idee su quello che c’è da fare e da vedere in città. Sia che siate turisti sia che siate romani che restano a casa, Roma offre sempre tante attrazioni e un patrimonio di bellezze unico al mondo, da riscoprire anche per chi le conosce già. Dopo le proposte per Pasquetta a Milano e dintorni, ecco i nostri suggerimenti per il Lunedì dell’Angelo nella capitale.

Pasquetta a Roma: dove andare e cosa fare

Roma è una meraviglia di città, una delle più amate al mondo, nonostante i continui e vecchi problemi. È la capitale del mondo cristiano, la città degli imperatori. Un luogo che in ogni angolo parla di storia, arte e cultura. Una città ideale da visitare nel giorno del Lunedì dell’Angelo, quando il caldo non è eccessivo ed è piacevole passeggiare all’aperto sui viali, nelle piazze e lungo le scalinate. La Roma antica e quella moderna. La città dei Cesari e quella dei Papi.I capolavori dell’arte romana e quelli del barocco. I parchi e giardini, le grandi piazze, le chiese, i palazzi signorili. Le fontane, le sculture, i pini marittimi. I vecchi quartieri e quelli moderni. Impossibile non rimanere meravigliati da Roma. A Pasquetta la città si può visitare con diversi itinerari.

La Roma antica, quella del Colosseo, il Foro Romano, i Fori Imperiali e il Palatino, la Domus Aurea, gli archi e le porte, le Terme di Caracalla, la Via Appia Antica, per citare i più importanti. Ma anche le basiliche paleocristane, con le prime testimonianze della nuova religione della città. A Pasquetta i siti archeologici come Colosseo, Palatino e Foro Romano rimarranno aperti, insieme a tutti i monumenti e musei del Mibact. Quale occasione migliore per visitarli?

Foto Romano e Palatino (MarkusMark, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

La Roma dei Papi, del rinascimento e del barocco. I palazzi imponenti, le fontane scolpite, come quella di Trevi e quelle di Piazza Navona, le chiese e le basiliche, San Pietro su tutte, ma anche San Giovanni in Laterano e San Paolo fuori le mura, le scalinate scenografiche, come quelle che da Trinità dei Monti scendono a Piazza di Spagna o quelle del Campidoglio. Luoghi di una bellezza imponente ed elegante da togliere il fiato, da ammirare anche con una passeggiata per le vie della città. Nel giorno di Pasquetta si potranno visitare chiese e basiliche e rimarrà aperto anche Castel Sant’Angelo. Approfittatene per una visita e per passeggiare sul suggestivo Ponte Sant’Angelo. Approfittatene anche per visitare chiese e chiesette meno famose, ma che custodiscono autentici capolavori.

Roma

Pasquetta per chi resta a Roma è anche l’occasione per trascorrere alcune ore di relax nelle aree verdi e nei parchi della città. Su tutti, il più grande e monumentale, è quello di Villa Borghese. Qui potete staccare la spina, immergendovi nella natura, tra ampi prati e lunghi viali alberati. Altre aree verdi dove rilassarsi sono Villa Torlonia, Villa Doria Pamhilj, Il Parco del Colle Oppio, il vicino Parco del Celio, il Gianicolo con la sua terrazza panoramica, lo stupendo Giardino degli Aranci e Villa Sciarra. Non mancano le aree verdi per rilassarsi. All’Eur ha riaperto il Luneur, lo storico luna park tutto dedicato ai bambini. Chi è in cerca di vere e proprie oasi e riserve naturali, trova poco fuori città la Riserva Naturale della Valle dell’Aniene, nel quartiere di Pietralata, La Riserva Naturale dell’Insugherata e la vicina Tomba di Nerone, e la Riserva Naturale Statale Tenuta di Castelporziano, che arriva fino al Lido di Ostia.

Villa Borghese, Tempio di Esculapio (Jean-Christophe BENOIST, CC BY 3.0, Wikicommons)

I musei, le gallerie e i monumenti del Mibact e del Polo Museale del Lazio resteranno aperti. Così si potranno visitare la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Barberini, dove ammirare i capolavori di Raffaello, Caravaggio e Rubens, e diverse mostre:  “Venezia scarlatta. Lotto, Savoldo, Carianì“, “Mediterraneo in chiaroscuro: Ribera, Stomer, Mattia Preti da Malta a Roma” e una esposizione dedicata a Dario Fo e Franca Rame “Il mestiere del narratore”. Da vedere a Palazzo Braschi la mostra dedicata ad Artemisia Gentileschi. Aperti anche il Vittoriano, che ospita una mostra sul pittore Giovanni Boldini, e le Scuderie del Quirinale, con l’imperdibile mostra che si inaugura questi giorni “Da Caravaggio a Bernini“. Mentre il chiostro del Bramante ospita la mostra su Basquiat. Insomma, gli appassionati dell’arte non rimarranno delusi.

Inoltre ricordiamo che torna lo spettacolo multimediale ideato da Piero Angela e Paco Lanciano, Viaggio nei Fori, con luci e animazioni al Foro di Augusto e al Foro di Cesare, dal 13 aprile fino al 12 novembre 2017, tutte le sere dalle ore 20.

Per chi proprio non può fare a meno di stare in città, c’è sempre la possibilità della gita fuori porta nei dintorni della Capitale. Tra le mete più gettonate ci sono i Castelli Romani e il Lido di Ostia.

VIDEO: Roma a primavera

Tags:

Altri Articoli Interessanti: