Le 5 cose da vedere a Milano gratis o quasi

Guide di viaggio: le 5 cose da vedere a Milano gratis o quasi. Tutti i suggerimenti da segnare in agenda.

Che sia una vacanza vera e propria, un weekend, la gita di un giorno o un passaggio veloce per lavoro, Milano ha sempre tanto da offrire a chi la visita, anche per poco tempo. Anche gratis.

5 cose milano gratis
Le 5 cose da vedere a Milano gratis o quasi (Castello Sforzesco. Adobe Stock)

Nonostante sia una città abbastanza costosa. Ci sono tante cose che potete fare e vedere a Milano senza dover tirare fuori il portafoglio. Bellezze da scoprire, anche nei luoghi meno battuti dal turismo, angoli di meraviglia e vedute mozzafiato sulla città.

Non in tutte le città europee accedere ad alcuni luoghi è gratuito. A Milano, invece, avete queste opportunità. Di seguito, le 5 cose da vedere gratis o quasi in città. Tutto quello che dovete sapere.

Le 5 cose da vedere a Milano gratis o quasi

Non solo città della moda e dello shopping, Milano è un’importante centro culturale, pieno di bellissimi monumenti e musei, palazzi storici, chiese, a cominciare dall’imponente Duomo. È una città vivace e piena di iniziative, tra sport, cultura e divertimento. Non è un caso che da alcuni anni sia molto frequentata dai turisti di tutta Europa.

Dovete sapere che a Milano è possibile visitare dei luoghi bellissimi gratuitamente. Un’opportunità da non perdere. Qui vi segnaliamo 5 cose da vedere gratis o quasi.

Cortili del Castello Sforzesco. Per visitare il magnifico Castello Sforzesco, i suoi musei e le mostre ospitate al suo interno si paga un biglietto, che comunque è abbastanza economico, quello intero cosa 5 euro. L’ingresso ai cortili interni, invece, è gratuito. Potete entrare dall’ingresso principale, attraversando l’arco sotto la Torre del Filarete e accedere al vasto Cortile delle Armi, oppure entrare da Parco Sempione. Anche l’interno del Castello, tuttavia, è visitabile gratuitamente in alcune occasioni: il primo e terzo martedì del mese dalle ore 14.00 e la prima domenica del mese (con l’iniziativa Domenica al Museo).

Navigli e Vicolo dei Lavandai. Passeggiare per i Navigli di Milano vi riporterà indietro nel tempo, facendovi scoprire la vecchia Milano, dai ritmi più rilassati. Qui tra Naviglio Grande e Naviglio Pavese potete ammirare i palazzi storici e sbirciare nei loro cortili. Avete a disposizione anche tanti locali tipici, dove fermarvi per l’aperitivo. Il luogo che non dovete perdervi è il caratteristico Vicolo Lavandai, dove si trova un antico lavatoio. Il vicolo è privato ma a ingresso libero. È uno dei luoghi più romantici di Milano.

Terrazza della Rinascente. Per godervi una vista fantastica sul Duomo di Milano e la piazza sottostante dovete salire fino alla Terrazza della Rinascente. L’accesso e il panorama sono gratuiti, pagate solo se vi sedete al tavolo del bar ristorante per consumare. Il Grande Magazzino Rinascente non è certo economico ma entrare e rimanere estasiati dai cosmetici di lusso, l’abbigliamento elegante e gli oggetti di design per la casa non costa niente, così come salire fino alla terrazza.

Villaggio di Via Lincoln. Forse non tutti sanno che all’interno di Milano si trova un caratteristico villaggio di casette colorate che nulla hanno a che fare con i grandi palazzi della città ma sembrano appartenere a un altro luogo, come un piccolo paese sul mare. Sono le case del Villaggio di via Abramo Lincoln, in zona Risorgimento. Furono costruite per gli operai che lavoravano a Porta Vittoria e nel tempo sono diventate delle vere e proprie villette con giardini. Un luogo incantevole e sorprendente. Per una passeggiata indimenticabile.

5 cose milano gratis
Chiesa Santa Maria presso San Satiro, Milano (Adobe Stock)

Chiese a ingresso libero. A Milano da alcuni anni si paga il biglietto per visitare il Duomo. Le altre chiese, invece, sono ad ingresso gratuito. Avete solo l’imbarazzo della scelta tra i tanti edifici e complessi religiosi da vistare. Su tutti la storica Basilica di Sant’Ambrogio, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, accanto al Cenacolo di Leonardo che si visita a pagamento e prenotando con largo anticipo. Nel complesso delle Grazie dovete visitare la Sacrestia del Bramante e gli splendidi chiostri, tra cui il pittoresco Chiostro delle Rane, attribuito a Bramante.

Poco conosciuta, ma assolutamente da non perdere è la chiesa di Santa Maria presso San Satiro, nascosta in fondo a un vicolo di via Torino. Un capolavoro dell’arte rinascimentale dove ammirare il “finto coro” del Bramante, che con un abile gioco prospettico dà l’illusione della profondità dietro l’altare. Per poterlo osservare ancora di più nel suo splendore inserite una moneta per accendere l’illuminazione.