La spiaggia della Sardegna che porta il nome di un pescatore

Vi portiamo alla scoperta della spiaggia della Sardegna che porta il nome di un pescatore. La guida con tutte le informazioni utili.

Nelle nostre guide alla scoperta delle spiagge più belle e spettacolari d’Italia, vi portiamo su una spiaggia della Sardegna forse non famosissima ma che merita assolutamente di essere visitata, e di farci un bagno.

spiaggia sardegna pescatore
La spiaggia della Sardegna che porta il nome di un pescatore (Scoglio di Peppino. Adobe Stock)

Siamo sulla costa sudorientale della Sardegna, fuori dagli itinerari più battuti della Costa Smeralda o comunque del Nord dell’isola. Su questo tratto di costa, alcuni chilometri sopra Villasimius, troviamo la spiaggia dello Scoglio di Peppino. Il nome viene da quello di un pescatore.

Questa spiaggia si distingue non solo per il suo caratteristico scoglio ma anche l’acqua del mare favolosa, limpidissima e di color turchese e azzurro, circondata da un paesaggio naturale libero e selvaggio, da togliere il fiato. Di seguito tutte le informazioni su questo luogo spettacolare.

La spiaggia della Sardegna che porta il nome di un pescatore

La spiaggia dello Scoglio di Peppino si trova nella parte Sud-Est della Sardegna, a Costa Rei, località turistica frazione del comune di Muravera.

Il nome Scoglio di Peppino viene da uno scoglio, appunto, che emerge dal mare a pochi metri alla spiaggia e delimita il confine tra i comuni di Muravera e Castiadas. Peppino era il pescatore che era solito trascorrevi moltissimo tempo seduto sopra. Lavorava, riposava, meditava, osservando a lungo il mare, sempre seduto sopra quello scoglio. Era un tutt’uno con quella singolare formazione rocciosa a cui ha finito per dare il suo nome.

Anche la spiaggia, dove sorge lo scoglio, è chiamata spiaggia dello Scoglio di Peppino, sebbene si chiami spiaggia di Santa Giusta, dal nome del promontorio che sporge sul Mar Tirreno, Punta Santa Giusta, che sporge proprio davanti allo scoglio. La spiaggia appartiene al comune di Castiadas.

Scoglio di Peppino, Costa Rei, Sud Sardegna (iStock)
Scoglio di Peppino, Costa Rei, Sud Sardegna (iStock)

Lo Scoglio di Peppino è una formazione di roccia granitica bianca, composta in realtà da due distinti scogli vicini. Il più grande è lungo circa 84 metri e con il più piccolo arriva a misurare 99 metri di lunghezza, per una larghezza che arriva fino a 25 metri. Si tratta di una formazione rocciosa imponente, che spicca su un mare azzurro intenso. Lo Scoglio è vicino alla riva e può essere tranquillamente raggiunto a piedi grazie ad una striscia di sabbia.

La spiaggia di fronte è una lunga distesa di sabbia, mista a ghiaia, circondata da scogliere ricoperte dalla vegetazione mediterranea. La zona è servita da stabilimenti balneari, bar, hotel e ristoranti e il centro abitato di Costa Rei è vicino. Ci sono comunque ampi tratti di spiaggia libera.

Il paesaggio è mozzafiato, soprattutto visto dalle alture del vicino Monte Nai: un ampio panorama sulla spiaggia dorata, delimitata dal verde della macchia mediterranea e con le montagne alle spalle, affacciata su un mare azzurro e blu che si perde a vista d’occhio. Un’altra meraviglia della Sardegna.

La spiaggia di Santa Giusta e dello Scoglio di Peppino ha un fondale molto basso a riva, che digrada dolcemente verso il largo. Un luogo ideale per famiglie con bambini e anziani.

La bellezza e il pregio naturalistico della zona hanno ottenuto alcuni anni fa un importante riconoscimento dall’Unione Europea, quello di “Prima destinazione sostenibile d’Europa”. Un riconoscimento che è andato a tutta la Costa Sud della Sardegna, compresa tra Chia e Costra Rei, grazie ad un progetto dell’Università di Cagliari. Questo tratto di scosta sarda è stato premiato per la salvaguardia dell’ambiente, della comunità, dell’identità e lo uno sviluppo economico sostenibile.

Come raggiungere lo Scoglio di Peppino

La spiaggia dello Scoglio di Peppino e di Santa Giusta si raggiunge sia da Nord che da Sud prendendo la Strada Statale 125. Si imbocca l’uscita per Costa Rei e quindi si entra nella Strada Provinciale 18, seguendo le indicazioni per la spiaggia.

Oppure da Castiadas si prendono le strade provinciali 20 e 98 fino a ricollegarsi con la provinciale 18 e risalire verso Sant’Elmo, fino alla spiaggia.

Scoglio di Peppino (Michela Simoncini, CC BY 2.0)
Scoglio di Peppino (Michela Simoncini, CC BY 2.0)

A cura di Valeria Bellagamba