Attenzione al cibo da portare in aereo: si rischiano multe salatissime

Tutto pronto per il vostro viaggio in aereo? Massima attenzione al cibo che scegliete di trasportare. Ci sono molte regole e multe salate per chi non le rispetta. Scopriamo cosa si può portare

In aereo è possibile portare il cibo, ma non è consentito tutto e soprattutto ci sono regole che cambiano da paese e paese e per questo è bene fare attenzione per evitare multe molto costose.

Controlli di sicurezza
Controlli di sicurezza (adobe stock)

La regola di base è che gli alimenti ammessi a bordo sono di tipo solido quindi, se decidete di imbarcare liquidi, questi devono essere entro i 100 ml e massimo in 10 confezioni all’interno di un unico pacco trasparente che si deve estrarre ai controlli. Per tutti i dettagli sulle regole per viaggiare, leggete qui.

Cibo in aereo: cosa è possibile portare

Si possono portare gli alimenti a bordo dei voli? Certo. Si può portare un barattolo di nutella o marmellata? No. Procediamo con ordine. Sono ammessi solo cibi solidi quindi si possono portare dei panini o dei sandwich e anche dolci, frutta e verdura. Potete anche portare tutte queste cose cucinate oppure crude. Questa almeno è la regola generale per l’Europa, ma ogni paese sceglie di imporre le sue regole che devono essere preventivamente consultate.

Non sono ammessi in cabina invece vasetti di sostanze liquide o morbide quindi niente sciroppi, salse, miele, nutella, marmellata o simile. Anche se il contenuto non è liquido ma non è solido non può essere portato a bordo se superiore ai 100 ml. Tuttavia questi prodotti possono entrare se già applicati in un panino. Quindi barattolo di nutella no, panino con la nutella sì. Sono anche vietati i sottaceti, i barattoli di olive, il tonno, lo yogurt, olio e aceto, cioccolatini con liquore interno se superiori ai 100 ml, zuppe.

Se avete speciali esigenze per fini medici o per i bambini piccoli potete portare a bordo i prodotti. Ovviamente da far presente al momento dell’imbarco ai controlli. Si possono portare anche al ritorno da un paese extra EU ma non oltre i 2 kg totali. Questa regola vale per le partenze dall’Italia ma per il rientro da paesi extra Europa vale anche un’altra indicazione non è possibile infatti imbarcare salumi, formaggi, carni, prodotti a base di latte o panna. Sono consentiti solo da questi paesi al di fuori dell’Europa: Andorra, Norvegia, San Marino; Svizzera e Liechtenstein.

Regole cibo in aereo fuori dall’Europa

Queste regole sono in generali per l’Europa, quando si va al di fuori però le cose cambiano e se il viaggiatore porta qualcosa di vietato è sottoposto ad un multa. Proprio in questi giorni una passeggera arrivata in Australia ha dovuto pagare 1800 euro per aver provato a introdurre del cibo. Avendo un ecosistema chiuso, nel paese non è possibile portare alimenti anche frutta e verdura non sono consentiti e comunque deve essere sempre tutto dichiarato sul modulo che viene consegnato. Anche gli Stati Uniti sono molto rigidi con divieti che riguardano alcuni prodotti alimentari e multe che arrivano fino ai 10 mila dollari.

Controlli aereo
Controlli aereo (adobe stock)

Se viaggiate in Europa le regole sono piuttosto simili in tutti i Paesi. Al di fuori dell’Europa massima attenzione, consultate sempre attentamente le regole. I controlli sono scrupolosi e le multe elevate.