Il Volo dell’Angelo tra le Dolomiti Lucane: al via la nuova stagione

Ha riaperto il Volo dell’Angelo tra le Dolomiti Lucane: al via la nuova stagione. Tutte le informazioni utili da conoscere.

Tra le spettacolari montagne delle Dolomiti Lucane, in Basilicata, ha riaperto il Volo dell’Angelo, l’attrazione da brividi che tutti, o quasi, vogliono provare.

volo angelo dolomiti lucane
Il Volo dell’Angelo tra le Dolomiti Lucane: al via la nuova stagione (Adobe Stock)

Nuova stagione per il Volo dell’Angelo. Ha riaperto il 1° maggio il primo impianto italiano a moto inerziale che collega i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa, in provincia Potenza, attraverso un cavo di acciaio.

Sospesi nel vuoto a oltre centro metri di altezza, sarà possibile ammirare una vista unica sulle suggestive vette delle Dolomiti Lucane. Per un’esperienza piena di emozioni. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Il Volo dell’Angelo tra le Dolomiti Lucane: al via la nuova stagione

Nel cuore della Basilicata, nel Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, i suggestivi borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa sono collegati da un cavo d’acciaio sospeso nel vuoto, dove i visitatori possono lanciarsi a una velocità di oltre centro chilometri orari per quasi un chilometro e mezzo. È l’esperienza travolgente e unica del Volo dell’Angelo, l’attrazione che attira turisti da tutta Italia e che ha da poco inaugurato la sua nuova stagione.

Il Volo dell’Angelo ha riaperto al pubblico il 1° maggio e resterà aperto fino al 6 novembre prossimo. Una primavera, un’estate e un inizio di autunno per emozionarsi, al centro di un paesaggio montano mozzafiato.

Il Volo dell’Angelo delle Dolomiti Lucane è il più lungo d’Europa. Ha una lunghezza di oltre 1400 metri che varia a seconda della stazione di partenza, così come l’altezza. Sono, infatti, due le linee disponibili, su cavi d’acciaio.

La prima stazione di partenza, detta di San Martino, parte da Pietrapertosa (quota di partenza 1020 metri) e arriva a Castelmezzano (quota di arrivo 859 metri), dopo aver percorso 1.415 metri di lunghezza, a un’altezza di 118 metri, raggiungendo una velocità massima di 110 chilometri orari.

La seconda partenza, la linea peschiere, invece, fa il percorso inverso, parte da Castelmezzano (a quota 1.019 metri) e arriva a Pietrapertosa (a quota 888 metri), coprendo una distanza di 1.452 metri di lunghezza, a 130 metri di altezza, con una velocità che può raggiungere i 120 chilometri orari.

Dal 1° giugno, invece, riaprirà la Via Ferrata delle Dolomiti Lucane. Un percorso per esperti di arrampicata, dotati di tutte le attrezzature necessarie. Lungo la Via Ferrata è possibile attraversare il Ponte Nepalese, lungo 72 metri e sospeso a 35 metri di altezza.

Tante attrazioni alla scoperta di un territorio suggestivo, in cui non può mancare al visita ai bellissimi borghi di Castelmezzano e Petrapertosa.

Per ulteriori informazioni sul Volo dell’Angelo: www.volodellangelo.com

Castelmezzano (Adobe Stock)