Colori delle Regioni: lunedì 21 marzo quasi tutta Italia in zona bianca

Covid e colori delle Regioni: lunedì 21 marzo quasi tutta Italia in zona bianca. Le ultime notizie.

Siamo alla penultima settimana di cambio dei colori delle Regioni, in base all’andamento dell’epidemia di Covid-19 in Italia, al numero dei contagi e dei ricoveri in ospedale.

colori regioni lunedì 21 marzo
Colori delle Regioni: lunedì 21 marzo quasi tutta Italia in zona bianca (Piazza del Popolo a Roma. Adobe Stock)

Dal prossimo 31 marzo, infatti, con la fine dello stato di emergenza terminerà anche il sistema della mappa a colori dell’Italia, introdotto nell’autunno del 2020 dal governo Conte per consentire l’adozione di misure specifiche in base all’andamento epidemiologico nelle singole Regioni e Province Autonome.

I colori sono stati finora assegnati sulla base dei dati dell’epidemia contenuti nel monitoraggio settimanale della Cabina di Regia dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute.

Grazie al costante miglioramento dei ricoveri ospedalieri, da lunedì 21 marzo avremo quasi tutta Italia in zona bianca. Tranne una Regione. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Colori delle Regioni: lunedì 21 marzo quasi tutta Italia in zona bianca

Il sistema a colori delle Regioni è in via di archiviazione, con la fine dello stato di emergenza a partire da aprile. Questo venerdì e il prossimo avremo le ultime due ordinanze del ministro della Salute per il cambio di colore.

Nonostante da qualche settimana i contagi da Coronavirus abbiano ripreso a salire, i ricoveri sono in costante miglioramento e questo ha permesso il ritorno in zona bianca di diverse Regioni e Province Autonome.

Lunedì scorso 14 marzo, ben 8 Regioni erano passate dalla zona gialla a quella bianca, portando il numero complessivo a 17, tra Regioni e Province Autonome. Ora, grazie ai dati su ricoveri, sono 3 le Regioni che passeranno al bianco lunedì 21 marzo: si tratta di Calabria, Lazio e Marche. Praticamente tutta Italia sarà in zona bianca.

Solo una Regione resterà ancora in zona gialla, la Sardegna. Questo perché occorre che siano trascorsi  almeno14 giorni con dati da zona bianca, prima del cambio di colore. Il passaggio della Sardegna in zona bianca avverrà comunque l’ultimo lunedì di marzo. Paradossalmente, la Sardegna era stata la prima Regione italiana a diventare bianca a marzo del 2021, quando fu introdotta la zona bianca, e sarà ora l’ultima a tornarci, con la fine del sistema dei colori.

I dati dell’epidemia aggiornati

Come abbiamo accennato, i dati sull’epidemia di Covid-19 sono in rialzo in Italia, anche se al momento solo riguardo ai contagi e all’incidenza. Continuano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva mentre sono stabili quelli in area medica.

Nell’ultima settimana l’incidenza dei contagi è salita a 725 casi ogni 100mila abitanti, rispetto ai 510 della settimana precedente. La fascia di età che registra il più alto tasso di incidenza settimanale è quella dei bambini e ragazzi da 10-19 anni, con un’incidenza
pari a 958 per 100.000 abitanti.

Cresce ancora l’indice medio Rt nazionale, calcolato sui sintomatici, che raggiunge 0,94, rispetto a 0,83 della settimana precedente.

Continua, invece, la diminuzione del tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva che scende al 4,8% rispetto al 5,5% della settimana precedente. Mentre il tasso di occupazione in area medica rimane stabile al 12,9% della settimana scorsa.

Una situazione che va monitorata, mantenendo sempre tutti i buoni comportamenti di prudenza. Nell’auspicio che non si verifichi un peggioramento dei dati da compromettere l’allentamento delle misure restrittive previsto dal governo con la fine dello stato di emergenza.

Lungomare falcomatà
Lungomare di Reggio Calabria (Adobe Stock)