Le 5 mete dove è già estate in primavera: una è in Italia

Le mete dove godersi già il sole e il mare in primavera. Dove andare per avere un po’ di caldo in Europa e in Italia

Dopo lunghi mesi passati fra sciarponi e piumini, dopo aver sopportato la pioggia e il freddo, finalmente arriva la primavera. E assieme a lei scoppia la voglia di stare all’aperto, di godere del sole e di partire per un viaggio. In alcune zone l’arrivo della primavera porta già i termometri in alto e permette di vivere un’assaggio di estate. Ma dove andare per avere il caldo in primavera? Ci sono 5 destinazioni a portata per una fuga di primavera da passare in spiaggia e una di queste è in Italia.

Dove andare al caldo in primavera

La primavera è la stagione della natura, dei fiori che sbocciano e delle prime tiepide giornate. In Italia ci sono tantissimi borghi dove andare per ammirare questa rinascita e splendidi luoghi nella natura dove rilassarsi e ammirare il panorama.

Se quello però che cercate è sole e mare l’Italia per buona parte è ancora troppo fredda per concedere le proprie spiagge. Ma non tutta, ci sono angoli del nostro Belpaese che già in primavera sanno di estate.

E fuori dall’Italia ci sono diverse destinazioni dove ad aprile già si può fare il bagno al mare e vivere dunque come se fosse giugno. E non c’è bisogno di arrivare in Messico o ai Caraibi. A meno di due ore di volo dall’Italia l’estate vi aspetta.

  • Malaga
  • Malta
  • Canarie
  • Baleari
  • Lampedusa

Malaga, l’Andalusia meta perfetta per la primavera

Se c’è un posto perfetto dove andare in primavera per godere di sole e di mare, ma anche per visitare una città meravigliosa e in più vivere una vera e propria festa quella è l’Andalusia. Infatti questa regione della Spagna in estate diventa proibitiva per le alte temperature, ma in primavera è un incanto. Malaga è sul mare ed è una città vivace con spiagge bellissime.

Ad Aprile le temperature di giorno si aggirano sui 25 gradi. Siviglia e Granada vi attendono con le loro meraviglie, dall’Alcazar all’Alhambra. E dopo la Pasqua a Siviglia si svolge una delle feste più importanti della Spagna, la Feria de Abril. Una festa di primavera con una settimana di eventi e spettacoli, con gli abitanti vestiti in costumi tradizionali, casette e lanterne.

Malta, l’Inghilterra al sole

Se avete voglia di parlare inglese ma non volete il clima piovoso di Londra, andate a Malta. Non solo troverete scuole di lingua e le iconiche cabine telefoniche rosse, ma anche un mare spettacolare, spiagge bellissime e città incantevoli.

D’estate Malta viene presa d’assalto da tantissimi giovani che arrivano da tutt’Europa per imparare l’inglese, ma in primavera i ritmi sono rilassati e potrete godervi lo spettacolo di quest’isola senza folla. Passeggiate per le strade de La Valletta, uscite in mare con una barca per godervi lo spettacolo e andate a Gozo a vedere una delle spiagge più belle d’Europa o la laguna Blu di Comino.

Canarie, le isole dell’eterna primavera

Le chiamano le isole dell’eterna primavera le Canarie perché in questo arcipelago al largo del Marocco le temperature non scendono mai troppo in basso. L’inverno praticamente non esiste tanto che le case non hanno nemmeno i radiatori. E se durante i mesi invernali qualche pioggia e vento freddo arriva anche qui, quando arriva la primavera queste isole, Gran Canaria, Tenerife, Fuerteventura e Lanzarote danno il meglio.

D’estate arrivano turisti da ogni parte del mondo, ma in primavera potete godervi spiagge meravigliose, farvi il bagno in un’acqua spettacolare e non troppo fredda, senza avere nessuno (o quasi) intorno. Le temperature ad aprile raggiungono i 25 gradi e in alcune spiagge meno esposte ai venti potrete rosolarvi bene bene al sole e concedervi tuffi al mare.

Baleari, le isole per sentire l’estate

Ibiza, Maiorca e Minorca sono le pestifere sorelle dell’estate. Nelle Baleari infatti l’estate la si passa al ritmo di discoteche e balli in spiaggia. Per carità chi vuole una vacanza più calma la può avere anche nella scatenata Ibiza, ma il mood è quello del divertimento senza freni. Di tutt’altro aspetto sono queste isole in primavera. Calme e rilassate si mostrano con la loro faccia più autentica. I

Ibiza è particolarmente bella con i primi soli e si concede al visitatore. Le temperature sono piacevoli intorno ai 23 gradi ad aprile, magari solo i più audaci potranno fare il bagno. A Maiorca fra le visite al barrio vecchio e alle bellezze dell’isola si potrà godere di spiagge esotiche senza l’orda di turisti che solitamente le affolla.

Lampedusa, l’estate in Sicilia in primavera

La Sicilia è la regione d’Italia che vanta il clima più caldo durante tutto l’anno. In primavera quando al centro e al nord si combatte ancora con le giacche in Sicilia già si sta a maniche corte. Spesso ad aprile il tempo è già piuttosto caldo sull’isola e sono molti i siciliani che passano le giornate di Pasqua o le domeniche in spiaggia.

Quindi in primavera un weekend a Palermo per visitare la città e magari fare una fuga sulla spiaggia di Mondello potrebbe essere un’ottima soluzione. Ma se non volete rischiare prendete un volo diretto per Lampedusa. Qui le temperature sono calde già da marzo e ad aprile potrete tranquillamente prendere il sole in spiaggia. Inoltre potrete vedere una delle spiagge più belle del mondo, la spiaggia dei Conigli, senza folla: un autentico paradiso terrestre.

Se avete voglia di sole e mare anche in primavera queste 5 destinazioni fanno al caso vostro e vi faranno sentire già in estate.

Previous articleLe cinque mostre più interessanti della primavera italiana
Next articleI 5 borghi sul mare più belli del Lazio: perfetti per una gita in primavera
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.