Dove fare trekking in primavera in Campania: i luoghi imperdibili

La primavera è alle porte e gli amanti della natura non vedono l’ora di fare passeggiate, scoprendo percorsi nuovi. Ecco dove fare trekking in Campania durante la stagione più bella dell’anno.

Trekking campania primavera
Dove fare trekking in primavera in Campania: i luoghi imperdibili. Credits: Wikimedia Commons

L’Italia è un Paese pieno di meraviglie naturali, da scoprire soprattutto con l’arrivo della bella stagione primaverile. La Campania è una delle regioni che, insieme a tante altre, offre dei percorsi da fare per chi ama il trekking, da fare con il tipico clima mite dei mesi da Marzo a Maggio.

In questo articolo, vi consigliamo quali secondo noi sono i percorsi naturali da non perdere, quelli più belli e affascinanti che vi faranno vivere una vera e propria esperienza a 360°.

Dove fare trekking in Campania

Nell’immaginario collettivo, la Campania è sinonimo di buon cibo, mare, Vesuvio, Maschio Angioino, Capri e Costiera Amalfitana. Ma non tutti sanno che in questa regione ci sono tanti percorsi naturali adatti a tutti gli amanti del trekking, soprattutto in primavera.

Ci sono qui, infatti, molti percorsi meravigliosi, itinerari che vi faranno immergere nella bellezza della natura presente in questa terra. Percorsi sul mare, in montagna e tra le sorgenti: in Campania c’è l’imbarazzo della scelta se volete passeggiare tra le meraviglie naturali.

Ecco di seguito gli itinerari che vi consigliamo di non perdere assolutamente, da fare in primavera.

Il Sentiero degli Dei per il trekking in Campania

Il Sentiero degli Dei è senza dubbio il più famoso dei percorsi di trekking sul mare della Campania, un sentiero che vi lascerà a bocca aperta anche in primavera.

Questo percorso collega due delle zone più belle della regione: parte da Agerola, nel cuore della Costiera Amalfitana, e arriva a Nocelle, una piccola frazione di Positano. Il panorama che si apre davanti agli occhi di chi intraprende questa passeggiata è mozzafiato. La Costiera Amalfitana e Capri sono proprio lì, riempiono gli occhi di bellezza e la mente di ricordi unici.

Se siete curiosi di saperne di più, leggete anche Il Sentiero degli Dei: a piedi verso Positano

Le Sorgenti del Sammaro

Nel Parco Nazionale del Cilento un percorso poco conosciuto è quello che porta alle Sorgenti del Sammaro, un posto molto particolare e bellissimo.

Trekking campania primavera
Dove fare trekking in primavera in Campania: i luoghi imperdibili. Credits_ Wikimedia Commons

Questa è una meta molto gettonata per tutti gli amanti del trekking, che potranno percorrere i 12 km del fiume Sammaro, che nasce alla falde del Monte Purolo nel comune di Sacco, per poi confluire prima nel Ripiti, poi nel Fasanella e infine nel fiume Calore.

Un percorso fantastico per scoprire un fenomeno naturale davvero pazzesco, piacevole con le temperature miti della primavera in Campania.

Il Sentiero degli Infreschi

Un altro sentiero degno di nota è il Sentiero degli Infreschi, altra perla per chi ama il trekking. Ancora nel Cilento, questo sentiero è lungo circa 10 km andata e ritorno, non è molto difficile e può essere affrontato da tutti.

Il sentiero unisce le località di Marina di Camerota e Scario e chi deciderà di percorrerlo potrà visitare lungo il percorso alcune meravigliose spiagge, come Lentiscelle, Cala Bianca e Baia degli Infreschi.

Baia degli Infreschi è una delle spiagge più belle e caratteristiche di questa zona. Passeggiare lungo il sentiero è davvero piacevole e arrivare poi su queste spiagge dà un tocco speciale al percorso. Un vero paradiso sul versante tirrenico, che Legambiente già nel 2014 indicava come la spiaggia più bella d’Italia.

Leggi anche: Le 7 spiagge del Cilento più belle e imperdibili

La Valle dell’Inferno

Nel Parco Nazionale del Vesuvio c’è un percorso molto interessante e bello da fare in primavera, per gli amanti del trekking, ovvero la Valle dell’Inferno.

Questo itinerario rappresenta uno dei percorsi più suggestivi della Campania, alle pendici del Vesuvio, che non tutti conoscono ma che sicuramente è tra i più belli. L’escursione nella Valle dell’Inferno è un percorso di media-alta difficoltà ed è lungo 12 chilometri, percorribili in circa 7 ore, pause escluse.

Il punto di partenza dell’escursione si trova ad Ottaviano, un comune della provincia di Napoli, più precisamente nella cosiddetta Valle delle Delizie. La bellezza di questo percorso è l’ambiente circostante, tipico scenario delle pendici del vulcano campano: ginestre, roccia lavica, con caratteristiche bocche eruttive e cunicoli. Affiancando il Gran Cono del vulcano, ci si addentra nella Valle dell’Inferno, caratterizzata dalla fauna e dalla flora tipiche dell’area del Vesuvio.