Le Fiaccole della Notte di Natale di Abbadia San Salvatore: uno spettacolo unico

Un’esperienza unica nei dintorni di Siena, ad Abbadia San Salvatore, dove alla vigilia di Natale ogni anni si accendono tantissime fiaccole. Ecco dove si svolge questo evento magico e tutto quello che c’è da sapere.

Fiaccole di Natale Abbadia San Salvatore
Le Fiaccole della Notte di Natale di Abbadia San Salvatore. Credits: Flickr

Natale si avvicina sempre di più e in Italia sono tantissimi gli eventi, le destinazioni e le attrazioni da non perdere in questo periodo. In Toscana, nei dintorni di Siena, ce n’è uno in particolare che vi farà sognare.

Le Fiaccole della Notte di Natale è un avvenimento unico, che si svolge il 24 dicembre. Una tradizione millenaria a cui assistere nei dintorni di Siena. Volete sapere dove e di cosa si tratta? Ve lo spieghiamo noi!

Leggi anche: Dove andare a Natale 2021 in Italia low cost: le mete migliori

Le Fiaccole della Viglia di Natale di Abbadia San Salvatore

Non solo alberi di Natale e luci scintillanti in Italia nel periodo festivo, ma anche eventi ricchi di tradizione e cultura.

Il 24 dicembre, infatti, ad Abbadia San Salvatore in provincia di Siena l’atmosfera si riscalda grazie a queste grandi fiaccole accese per tutto il paese: cataste di legna a forma piramidale alte fino a sette metri che si levano al cielo in attesa della vigilia, quando poi vengono incendiate.

Le Fiaccole di Abbadia San Salvatore sono la festa del fuoco più antica d’Italia, che ogni anno si rinnova. Un appuntamento storico, che inizia la sua preparazione già in autunno, quando viene ricercata la legna adatta a costruire queste grandi fiaccole.

Una lavorazione impegnativa che coinvolge tutta la comunità di Abbadia, impegnandola nella costruzione di questi monumenti rurali unici. Si intrecciano tronchi sfidando la gravità, grazie a tecniche segrete che qui si tramandano di generazione in generazione, per celebrare un rito del fuoco che coinvolge tutti, sposando simbolici significati pagani e religiosi.

La cerimonia si svolge ogni anno con un rituale tradizionale. Alle ore 18, in un momento intimo e spettacolare capace di radunare centinaia di persone, si dà il via alla Cerimonia di Accensione con la “Benedizione del Fuoco” che segna l’inizio della festa.

C’è una banda che suona canti natalizi e si parte con la fiaccola avanti al Municipio: questo è un segnale per i Capi Fiaccola, che accendono tutte le piramidi di legno del paese. Uno spettacolo unico!

Le origini delle Fiaccole di Abbadia

La tradizione delle Fiaccole ad Abbadia San Salvatore racchiude un profondo significato spirituale. Per gli antichi il Sole, durante il solstizio d’inverno, sembrava sprofondare nelle tenebre per poi rinascere trionfando su di esse il 25 dicembre. Questo fenomeno astronomico era noto in tutto il mondo e molte popolazioni lo trasformarono in un giorno di festa.

In occasione di questo evento i Romani istituirono, verso la fine del III secolo d.C. la festa del Sol Invictus: tra il 24 e il 25 dicembre venivano accesi dei fuochi propiziatori solstiziali, con il compito simbolico di accompagnare il Sole appena nato e stimolare la sua crescita.

Con la conversione al cristianesimo la festa del Sol Invictus cessò di esistere per lasciare il posto al Natale, ma il rito del fuoco non venne abbandonato. La tradizione millenaria delle fiaccole di Abbadia San Salvatore, quindi, trova origine in questi antichi riti pagano-cristiani.