Natale 2021: tutte le mostre più belle da vedere a Roma

Se non sapete cosa fare in questo Natale 2021, questo articolo vi aiuterà a conoscere tutte le mostre attive durante le festività a Roma, la Capitale d’Italia. Scopriamo insieme quelle più belle da vedere.

Natale 2021 le mostre a Roma
Natale 2021: tutte le mostre più belle da vedere a Roma. Credits: Flickr

La cultura non va in vacanza e vi aspetta a braccia aperte anche a Natale, il periodo più bello dell’anno. Se avete deciso di trascorrere le festività natalizie a Roma o se siete già lì, ecco tutte le mostre e gli eventi artistici più belli da non perdere.

Per trascorrere le vacanze all’insegna dell’arte, ci sono tantissime mostre, musei ed eventi da non perdere: ecco quelli che vi consigliamo.

Leggi anche: Dove andare a Natale 2021 in Italia low cost: le mete migliori

Le mostre più belle da vedere a Roma a Natale 2021

Sono tante le mostre allestite che saranno aperte durante le vacanze di Natale a Roma, perfette se durante la vostra visita alla città avete bisogno di un luogo dove riscaldarvi e al tempo stesso rifarvi gli occhi.

Sicuramente, nei giorni del 25 dicembre e del 1 gennaio, molte esposizioni potrebbero essere chiuse, ma ricordate di controllare sempre bene i siti appositi. Ora vi elenchiamo le mostre assolutamente da non perdere secondo noi.

Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria – Museo Napoleonico

Una delle mostre più belle da vedere a Roma, durante le feste di Natale 2021, è Napoleone ultimo atto. L’esilio, la morte, la memoria.

Questa esposizione sarà visitabile fino al 9 gennaio 2022, presso il Museo Napoleonico, piazza di Ponte Umberto I. Organizzata da Zètema progetto cultura, la mostra presenta i materiali delle collezioni del museo con l’intento di ricostruire i momenti estremi dell’epopea napoleonica a partire dall’arrivo dell’Imperatore sconfitto sull’isola di Sant’Elena, remoto dominio inglese nell’Atlantico meridionale.

La mostra è a ingresso libero, un’occasione unica per vedere una ricca collezione di stampe, numismatica, dipinti ed effigi scultoree di grande valore, che insieme valorizzano gli ultimi anni di Napoleone a Sant’Elena.

L’eredità di Cesare e la conquista del tempo – Musei Capitolini

Ai Musei Capitolini, con precisione al Palazzo dei Conservatori nella Sala della Lupa e dei Fasti Antichi, si può assistere durante le feste di Natale alla mostra L’eredità di Cesare e la conquista del tempo, un’esposizione sul più grande imperatore di Roma.

Se passeggiate per Roma, sicuramente vi capiterà di capitare al Campidoglio, quindi perché perdere questa mostra unica? Si tratta di un progetto espositivo multimediale che racconta in maniera evocativa e coinvolgente le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica.

Tutto questo attraverso i Fasti Capitolini, straordinari calendari incisi nel marmo, che dalla metà del ’500, sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti, sulla parete di fondo della sala della Lupa. La particolarità è sicuramente la multimedialità della mostra: questa dona al pubblico gli strumenti per rintracciare sulla parete elementi che, seppure presenti all’interno del proprio bagaglio conoscitivo sulla storia di Roma, non ci si aspetta di ritrovare in quella sede e in quelle forme.

Klimt. La Secessione e l’Italia – Palazzo Braschi

Una mostra esclusiva da non perdere durante le feste di Natale 2021 è quella dedicata a Gustav Klimt, pittore di ori, tessuti e metalli preziosi. Qui tutte le info e i biglietti.

Capolavori ritrovati, grandi ritorni e un’esposizione unica, bellissima e appassionante per tutti gli amanti dell’arte moderna e dell’art noveau. La mostra è a cura di Franz Smola, curatore del Belvedere, Maria Vittoria Marini Clarelli, Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali e Sandra Tretter, vicedirettore della Klimt Foundation di Vienna.

Nelle sale di Palazzo Braschi si conosce l’artista, il pittore, colui che ha fatto la Secessione e rivoluzionò il mondo dell’arte agli inizi del ‘900. L’esposizione, inoltre, si sofferma sui suoi viaggi in Italia, che su Klimt aveva avuto una notevole influenza anche nei suoi lavori.

Inferno – Scuderie del Quirinale

Quest’anno ricade il settecentesimo anniversario dalla morte del Sommo poeta Dante Alighieri, ecco perché alle Scuderie del Quirinale è stata allestita la mostra Inferno, da non perdere assolutamente.

Attiva fino al 9 gennaio 2022, la mostra è stata pensata e creata da Jean Clair e curata da Jean Clair e Laura Bossi con l’obiettivo di rendere omaggio al Sommo Poeta nell’anno delle sue celebrazioni. Inferno indaga l’universo infernale della Divina Commedia, i suoi paesaggi e suoi abitanti, raccontandone la fortuna iconografica nel corso dei secoli, così da offrire una nuova interpretazione all’immaginario visuale del poeta fiorentino che di quell’universo ha elaborato nella Commedia una vera e propria mappa mentale e simbolica.

Un’esposizione potente, dove potrete ammirare opere di grandi artisti mondiali, come Sandro Botticelli, Auguste Rodin, Beato Angelico, Jan Brueghel e Anselm Kiefer, tra i tanti.

SEBASTIÃO SALGADO. AMAZÔNIA – MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo

Per chi ama la fotografia, non si può perdere assolutamente la mostra SEBASTIÃO SALGADO. AMAZÔNIA, un’esposizione di fotografie realizzate dal grandissimo fotografo brasiliano.

Come cattura lui la vita forse in pochi, Sebastiao Salgado con oltre 200 fotografie riesce a far immergere i visitatori nel pieno dell’Amazzonia, nella grande foresta ammazonica, tra la maestosità della sua vegetazione, la potenza delle montagne, il fragore delle acque, la vita delle popolazioni indigene che la abitano e custodiscono.

In mostra fino al 13 febbraio 2022, questa esposizione sarà l’unica tappa italiana del progetto, per cui se siete a Roma non si può assolutamente perderla. Con questo lavoro durato sei anni, Salgado ha intrapreso una nuova serie di viaggi per catturare l’incredibile ricchezza e varietà della foresta amazzonica brasiliana e i modi di vita dei suoi popoli, stabilendosi nei loro villaggi per settimane e fotografando i diversi gruppi etnici.

Circo Maximo Experience – Circo Massimo

Se amate le esperienze virtuali, la Circo Maximo Experience è perfetta per immergersi completamente nell’antica Roma. Di cosa si tratta?

Questa è un’emozionante visita immersiva in realtà aumentata e virtuale del più grande edificio antico, che vi farà rivivere i fasti e la grandezza di un tempo. Grazie a queste tecnologie, il visitatore potrà immergersi totalmente nella storia del sito archeologico, con la visione delle ricostruzioni architettoniche e paesaggistiche lungo tutte le sue fasi storiche: dalla prima e semplice costruzione in legno, ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino ai primi decenni del ’900.

Fino al 30 dicembre, le visite alla Circo Maximo Experience si svolgeranno sabato e domenica dalle ore 11.05 alle 15.20 (ultimo ingresso), ad esclusione delle prime domeniche del mese (7 novembre e 5 dicembre) e della Festività del Natale (sabato 25 dicembre).
Con lo stesso orario, si potrà usufruire della visita anche mercoledì 8 dicembre (Festa dell’Immacolata) e nei giorni 21-22-23 e 28-29-30 dicembre.