Arrivano i distributori automatici di biglietti aerei a sorpresa

La compagnia aerea Peach Aviation ha sfruttato i gachapon, ovvero i distributori automatici, per distribuire biglietti aerei con destinazione a sorpresa

distributori automatici biglietti aerei
Nelle palline di plastica sono contenuti biglietti per destinazioni interne al Giappone

In Giappone i distributori automatici vendono davvero di tutto. Ora perfino dei biglietti aerei con destinazione a sorpresa. Non è una trovata pubblicitaria, ma una strategia di vendita scelta dalla Peach Aviation.

Chi non ricorda in Italia la magia dei distributori automatici che vendevano le palline di plastica contenenti delle sorprese? In Italia sono stati un trend per un periodo, poi sono passati di moda e ora probabilmente costituiscono un’attrattiva solo per i più piccini, che ci trovano pupazzi e giocattoli.

In Giappone, invece, non hanno mai smesso di incantare adulti e bambini, e per questo la compagnia aerea Peach Aviation ha deciso di sfruttare a suo favore i distributori automatici utilizzandoli per vendere i propri biglietti aerei.

Leggi anche -> Le cose più strane e le differenze con il Giappone <<

Biglietto aereo per una destinazione a sorpresa

5000 yen per una destinazione a sorpresa. Sembra un gioco, invece in Giappone è tutto vero. Con il corrispettivo di 38 euro, infatti, ai distributori automatici è possibile acquistare un voucher del valore di 6000 yen (45 euro) per una destinazione a sorpresa interna al Giappone. Le macchinette in questione si trovano nel quartiere di Shibuya a Tokyo e a Osaka, e una volta acquistato un biglietto per una determinata destinazione non è possibile modificarla.

Al distributore automatico: biglietto aereo e missione

L’esperienza dei distributori automatici di biglietti aerei, però, non si limita al viaggio: ogni pallina di plastica, infatti, contiene anche una missione da compiere in un determinato luogo, come per esempio andare al mercato e preparare una specialità locale, vestirsi come dei clown di Osaka o identificare un oggetto strano sulla costa di Ishigaki.

Inutile dire che la trovata ha spopolato sui social, e in poco tempo sono state vendute ben 3000 sfere. Il responsabile del progetto ritiene che il suo successo sia dovuto all’effetto sorpresa dato dal non sapere quale sarà la meta che il destino riserva all’acquirente.

Sebbene originariamente questa iniziativa dovesse terminare a dicembre, la soddisfazione data dall’andamento di questa trovata ha spinto la compagnia aerea a pensare di prolungare il progetto, e di estenderlo ad altre città giapponesi.

distributori automatici biglietti aerei
In Giappone esistono i distributori automatici di biglietti aerei

Chissà che l’idea non arrivi anche in Italia. Voi quale destinazione sperereste voi, se doveste acquistare una pallina con una destinazione a sorpresa in un distributore automatico?