Riaperture si torna alla normalità (quasi): teatri e cinema al 100%

Nuovo Decreto del Consiglio dei Ministri sulla capienza di cinema, teatri e discoteche. Le novità sulle riaperture

discoteche
Le nuove regole sulla capienza di cinema, teatri, discoteche

Prossimamente chi andrà al cinema o al teatro avrà la sensazione di tornare indietro nel tempo, ai tempi pre covid. Già perché è da allora, ovvero ormai da quasi 2 anni, che i cinema e i teatri non hanno più visto tutte le sedie occupate. Ma il nuovo Decreto del Consiglio dei Ministri disegna una nuova normalità e nuove regole sulla capienza di cinema, teatri, luoghi della cultura e discoteche.

Cinema e teatri: si torna al 100% della capienza

Il Comitato Tecnico Scientifico era orientato su un più prudente 80%, ma le esigenze economiche, il bisogno di dare un segno forte a tutto il comparto culturale e i numeri dell’epidemia – bassa incidenza e oltre 80% di vaccinati – hanno convinto il Governo ad accettare la proposta del Ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Così i cinema e i teatri tornano alla normalità: capienza consentita, anche al chiuso, al 100%. Sebbene manchi ancora la firma e l’ufficialità sembra ormai certa e condivisa da tutte le forze politiche questa opzione. Per entrare nei cinema e nei teatri ovviamente servirà – come già previsto dalle regole attuali – il green pass e bisognerà indossare la mascherina per tutto il tempo.

Andare a teatro per vedere uno spettacolo ovviamente, ma anche per ammirare il teatro stesso. In Italia ci sono teatri bellissimi da vedere, delle opere di architettura e delle testimonianze storiche da non perdere. Dal Teatro Petruzzelli di Bari, al Regio Teatro di Parma alla Fenice di Venezia al Teatro alla Scala di Milano.

Discoteche: si riapre con il 50% al chiuso

Si torna a ballare in Italia. Forse uno dei segni più forti di questo autunno di riaperture. Inizialmente era stato ipotizzato un 35% della capienza al chiuso, ma visto l’andamento rassicurante della pandemia il Governo ha previsto di alzare il limite.

Così le discoteche potranno riaprire al chiuso con una capienza del 50% e all’aperto del 75%. Per entrare sarà necessario avere il green pass e indossare la mascherina, ad eccezione del momento del ballo dove sarà consentito toglierla. Inoltre i gestori dovranno garantire il ricircolo dell’aria con appositi impianti di areazione.

Le città del divertimento sono pronte così ad accogliere gli amanti del ballo. Weekend da trascorrere in discoteca a Rimini e Riccione, ma anche a Jesolo, Milano o a Napoli dove dj di fama internazionale si alternano in consolle in molti locali della città partenopea.

Eventi sportivi: stadi quasi pieni

Gli stadi hanno già riaperto al pubblico, ma con le nuove regole all’aperto si potrà arrivare al 75% della capienza. Al chiuso invece, ovvero nei palazzetti dello sport, la capienza massima si ferma al 60%. Anche per assistere a manifestazioni sportive bisognerà essere muniti di green pass e indossare sempre la mascherina.

Il nuovo Decreto sulla capienza e le riaperture darà una spinta importante all’economia dell’Italia. Grazie alle vaccinazioni possiamo fare un passo in più verso la normalità e tornare a viaggiare per andare a vedere una mostra, per una serata in discoteca o per seguire la squadra del cuore in trasferta.

Previous articleAnimal care: i lavori più retribuiti
Next articleForeste più misteriose al mondo: ecco dove trovarle
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.