Quanto dura ancora l’estate di settembre: dove si potrà andare al mare

Le previsioni meteo per il mese di settembre. Le temperature, quanto dura il caldo e quando arriva l’autunno. Dove si potrà andare al mare

meteo settembre
Per quanto ancora si potrà andare al mare: le previsioni meteo per settembre e quanto dura il caldo

Qualche avvisaglia di maltempo a fine agosto, poi un inizio di settembre splendido. Tanto da far rimanere in vacanza chi se lo può permettere e far partire con il sorriso chi ha azzardato proprio settembre per le ferie.

Un’estate dunque che sembra non voler finire visto che al 9 settembre la massima al Centro Sud è ancora di 30 gradi. Ma quanto dura ancora quest’estate inaspettata? L’autunno quando arriva? Le previsioni meteo per le prossime settimane e dove si potrà andare ancora al mare.

Quanto dura ancora il caldo? Le previsioni meteo per settembre

Settembre è un mese bellissimo per viaggiare: meno folla, un clima piacevolmente caldo, prezzi più bassi. Ma è anche un mese di sorprese meteorologiche e non si sa quando inizia davvero l’autunno e quanto duri ancora il caldo. D’altronde è una sorpresa anche quest’estate settembrina con massime fuori stagione.

L’Alta Pressione Africana al momento interessa maggiormente il Sud Italia e il Centro, mentre il Nord rimane più defilato. Ovunque però si registrano valori termici elevati per il periodo. E la domanda è quanto ancora durerà questo caldo?

La prima rottura l’avremo venerdì 10 settembre quando un ciclone carico di piogge si abbatterà sulla Sardegna e il basso Tirreno, interessando poi tutto il Sud: Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata. Il tempo si guasterà anche al Nord est con possibili temporali.

Sembrerebbe il primo segno inequivocabile della fine dell’estate. Nient’affatto! In questo continue sorprese ne arriverà un’altra: domenica 12 settembre tutti al mare! Il ciclone si allontanerà verso la Grecia scaricando le ultime piogge sull’estremo sud, nel frattempo un sole caldo illuminerà il resto dell’Italia con temperature che toccheranno i 30 gradi sulle regioni tirreniche e anche sulla pianura padana.

L’estate dunque continua. Ma fino a quando? A metà della prossima settimana, ovvero intorno al 15 settembre l’Italia resterà senza la protezione dell’Anticiclone africano. E quello sarà davvero l’inizio della fine dell’estate.

Quando entra l’autunno a settembre

La settimana del 13 settembre inizierà con il sole ovunque, ma progressivamente andrà scomparendo. Al Nord ovest già martedì 14 settembre inizieranno le piogge provenienti dall’Atlantico, poi mercoledì 15 settembre il maltempo si estenderà fino alle regioni tirreniche centrali.

Sono attesi temporali anche piuttosto forti su Piemonte, Liguria, Sardegna, Toscana e Lazio. Questo perché lo scontro fra l’aria ancora calda e le correnti fresche provocherà precipitazioni violente. A ciò si aggiungerà un sensibile abbassamento termico perfino sotto la media stagionale al Nord.

Insomma l’estate al Centro e al Nord finirà a metà settembre. E al Sud? La buona notizia è che l’estate continuerà un più a lungo. L’Anticiclone africano riuscirà ancora a influire seppur in maniera meno decisiva. Le temperature infatti sebbene scenderanno di qualche grado – si passerà da 31 gradi a 27 di massima – continuerà a splendere il sole in un contesto ancora piacevole. Insomma si potrà andare al mare.

Solo dal 20 settembre anche il Sud diventerà terra di conquista per le correnti atlantiche con possibili precipitazioni e un clima che diventerà più fresco. L’autunno dunque al Sud entrerà come da calendario.

Tutti in attesa del bel tempo che si prevede ci sarà a ottobre. Un ritorno del sole e del caldo, per una fuga al mare fuori stagione.

Previous articleMahmood costretto ad annullare tutto: saltano i concerti | Le date aggiornate
Next articleGuida di Cremona: alla scoperta della città della musica e della buona cucina
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.