Per colpa del cambiamento climatico gli animali stanno rimpicciolendo

Per colpa dei cambiamenti climatici i ricercatori si sono accorti che gli animali si stanno rimpicciolendo per sopravvivere.

Quando parliamo di cambiamento climatico o di mondo che sta cambiando lo facciamo sempre con un’ovvia accezione negativa. E in effetti le modifiche al clima del nostro pianeta stanno creando, purtroppo, sempre più situazioni piuttosto difficili. Un esempio ne sono stati sicuramente gli incendi causati, sia in maniera dolosa, sia proprio per colpa di questo caldo terribile che ha colpito il Sud Italia. Ma non solo: i cambiamenti climatici stanno influenzando anche in qualche modo sulla vita degli animali. Infatti alcuni studi hanno dimostrato che svariati esemplari di animali si stanno rimpicciolendo sempre di più.

Gli animali si stanno rimpicciolendo

Pesci uccelli e piccoli mammiferi stanno diminuendo di lunghezza e peso. Questo perché i cambiamenti climatici portano ad una modifica dell’habitat di determinati animali e sembra che a sopravvivere di più, siano quelli appunto più piccoli. Non è un mistero che i cambiamenti climatici vadano ad influire sugli equilibri proprio dell’ecosistema. Oltre a rischiare di causare l’estinzione di tantissimi specie animali e lo scioglimento dei ghiacci, automaticamente anche la fauna e la flora sono in pericolo. Fortunatamente il mondo animale ha la capacità di adattarsi per stare al passo con i cambiamenti climatici.

Sembra infatti che gli scienziati del museo di zoologia del dipartimento di ecologia evoluzione biologica dell’università del Michigan, abbiamo scoperto come le dimensioni di alcuni uccelli migratori nel corso degli anni si siano ridotte del 2,6% nel giro di 30 anni. Questi animali si sono rimpiccioliti del 15% anche per quanto riguarda peso e lunghezza. Stesso discorso per quanto riguarda un’indagine sui roditori e gli scienziati hanno notato come il diventare più piccoli da parte degli animali, non sia una novità.

Basti pensare agli animali preistorici che quando la temperatura globale si è innalzata per fenomeni naturali hanno adattato e cambio proprio le loro dimensioni seguendo quello che viene definito come la regola di Bergmann: gli animali più grandi disperdono calore più lentamente mentre quelli più piccolini riescono a disperdere il calore più rapidamente e quindi a sopravvivere meglio.