Osteria Francescana, il miglior ristorante del mondo: dove si trova e quanto costa

Lo chef è il tre stelle Massimo Bottura. Dove si trova il ristorante Osteria Francescana, il menù e quanto costa

Osteria Francescana
L’ingresso dell’Osteria Francescana, miglior ristorante del mondo

Se avete voglia di mangiare nel miglior ristorante del mondo non dovete andare lontano. Il miglior ristorante del mondo, secondo la classifica 50 Best Restaurants, si trova infatti in Italia, a Modena. E’ l’Osteria Francescana dello chef Massimo Bottura, uno degli 11 cuochi tre stelle Michelin d’Italia.

L’Osteria Francescana è sempre stato in vetta alla classifica mondiale dei migliori ristoranti e nel 2018 si è seduto sul tetto del mondo. Talmente alto il suo livello che l’organizzazione di 50 Best Restaurant ha deciso di inserire il ristorante italiano e un manipolo di altri ristoranti eccezionali nella Best of the Best. Questi ristoranti non saranno più inseriti nella classifica annuale perché spazzano via la concorrenza.

Mangiare all’Osteria Francescana è un’esperienza da provare almeno una volta nella vita. Più volte potrebbe diventare una spesa poco sostenibile. Già perché è vero che i piatti preparati da chef Bottura sono un’estasi per le papille gustative, ma una cena in questo ristorante è un colpo pesante per il portafoglio.

L’Osteria Francescana è infatti uno dei ristoranti più cari d’Italia, ma nonostante i costi piuttosto proibitivi le prenotazioni sono numerosissime. Per trovare posto bisogna prenotare con molto anticipo.

Leggi anche -> Dove si trova il ristorante di Chef Locatelli e quanto costa <<

Osteria Francescana: quanto costa? Menù e prezzi

Il ristorante di Bottura nasce nel 1995 lì dove sorgeva un’antica osteria ed è un piccolo e favoloso ristorante di appena 12 coperti. Nella cucina lo chef Bottura coniuga la tradizione italiana con il contemporaneo, non vuole sommare le diversità, ma creare qualcuno di nuovo e unico.

Osteria Francescana
Mangiare all’Osteria Francescana: menù e prezzi

All’Osteria Francescana potrete scegliere se ordinare un menù degustazione o se scegliere i piatti dal menù alla carta.

  • Il menù degustazione di 12 portate costa 290 euro
  • L’abbinamento vini 190 euro

Menù alla carta Osteria Francescana

Antipasti

  • Un’anguilla risale il fiume Po €80
  • Cinque stagionature Parmigiano Reggiano in diverse consistenza e temperatue €80
  • Croccantino di foie gras in crosta di mandorle di Noto e nocciole del Piemonte con Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Villa Manodori €90
  • Culatello di Zibello Antiche Razze 42 mesi di stagionatura accompagnato da mostarda di mele Campanine €80

Primi piatti

  • Miseria e Nobiltà: spaghettini alla Cetara con mozzarella affumicata e caviale € 80
  • Tortellini in crema di Parmigiano Reggiano € 80
  • Tortellini del dito mignolo in brodo di cappone€ 80
  • Tagliatelle al ragù € 80

Secondi Piatti

  • Astice in doppia salsa spumosa, acida e dolce € 110
  • Stiamo ancora decidendo che pesce servire! € 110
  • This little piggy went to the market € 110
  • Un’interpretazione del filetto alla Rossini con foie gras e caviale € 150

Prenotazioni al ristorante Osteria Francescana

Pensate che con questi prezzi sia facile trovare posto? Nient’affatto. Le prenotazioni al ristorante Osteria Francescana vengono fatte con mesi di anticipo. Ogni lunedì del mese vengono aperte le prenotazioni per il sesto mese successivo, ovvero a maggio vengono aperte le prenotazioni per novembre, a giugno per dicembre e così via. Al momento per i prossimi sei mesi non c’è nessun posto.

Osteria Francescana a Modena
Gli interni dell’Osteria Francescana a Modena

Qualche speranza la potete trovare alla Francescana Maria Luigia, la locanda con 12 stanze di proprietà dello chef Bottura. Si tratta di uno splendido maniero del XVII secolo nella campagna modenese che è stato restaurato ed offre camere, un giardino e una piscina. Ed un ristorante dove provare la cucina di Osteria Francescana. Il menù degustazione costa 310 euro ed è composto da 9 portate.

C’è poi la Franceschetta 58, un piccolo locale nel centro storico di Modena, chiamata ‘la sorellina dell’Osteria’. Lo spirito però è lo stesso: tradizione e modernità. I prezzi sono più contenuti per questo locale più giovane: ci sono due menù degustazione da 50 e 70 euro e menù alla carta con prezzi che vanno dai 15 euro della selezione di salumi, 12 euro gli antipasti; 14 euro i primi; 17 euro i secondi; 9 euro i dolci.

Dove si trova l’Osteria Francescana

Modena è una città in cui la tradizione gastronomica dell’Emilia è imprescindibile, è una terra di eccellenze, di prodotti unici come il Parmigiano Reggiano, l’Aceto Balsamico, il Lambrusco, il prosciutto e i tortellini. Visitare Modena vuol dire necessariamente sedersi a tavola e gustare le sue prelibatezze.

Modena
Il centro di Modena con il Duomo e l Torre Ghirlandina

E’ una città vivace, in continuo fermento culturale, con tesori artistici di estrema bellezza e patrimonio dell’Umanità UNESCO quali il Duomo, la Torre Ghirlandina e Piazza Grande. I signori di Modena erano gli Estensi che nel corso del tempo hanno arricchito la città di opere. Il Palazzo Ducale del 1600 e le Gallerie Estensi sono due delle meraviglie da visitare.

Modena è città attiva ed qui che è nato un altro dei simboli italiani nel mondo: la Ferrari. Qui si trova il Museo Enzo Ferrari e qui potrai ammirare molti musei e showroom legati al mondo dei motori oltre che visitare l’autodromo di Modena.

Per quanto riguarda l’enogastronomia a Modena avrai una notevole scelta di dove fermarti a mangiare. L’Osteria Francescana con le sue tre stelle Michelin e il titolo di miglior ristorante del mondo è senz’altro un fiore all’occhiello dell’offerta culinaria modenese.
L’Osteria Francescana si trova in via Stella 22; La Francescetta 58 in via Vignolese 58.

Previous articleDove e quando è nata la Festa della Mamma
Next articleGiornata della Terra: le meraviglie del pianeta da proteggere
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.