Mario Magnotta, vi ricordate la sua storia? Lo scherzo rimasto nella storia

Consociamo meglio la storia di Mario Magnotta, che è diventato celebre per alcuni scherzi telefonici: uno è rimasto nella storia

Mario magnotta

Una storia incredibile divenuta celebre a sorpresa. Mario Magnotta è nato a Pieve di Teco il 14 ottobre 1942. Come professione è stato collaboratore scolastico dell’istituto tecnico commerciale “Luigi Rendina” dell’Aquila. Alcuni ex studenti l’hanno reso celebre a livello nazionale facendo diventare virali i scherzi telefonici. Due ex allievi dell’ITC, Antonello De Dominicis e Maurizio Videtta, dopo che vennero a sapere della separazione con la moglie,  decisero così di fare il primo scherzo telefonico al bidello. Così l’uomo aveva chiesto indietro la lavatrice alla moglie e i due ragazzi giocarono su questa conoscenza pregressa. I due fecero credere che l’acquisto della lavatrice non era andato a buon fine: inoltre, gli dissero di aver firmato un contratto con una serie di “clausole capestro”, ossia l’obbligo di comprare sempre nuovi elettrodomestici ogni due o tre anni. Per più di un mese andarono avanti con questo scherzo fino a quando il signor Magnotta iniziò a sbraitare con vari insulti contro il proprietario del negozio, in cui aveva comprato la lavatrice.

Mario Magnotta, la celebrità anche in tv e radio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Tutti questi scherzi divennero così celebri per arrivare ad essere così un fenomeno mediatico con l’appellativo di ‘bidello più famoso d’Italia’. Inoltre, è stata ospite in numerose trasmissioni radiofoniche e anche in tv a Maurizio Costanzo Show e I fatti vostri. Anche a livello locale, dal 2001 al 2007 è stato ospite commentando così le notizie del giorno con lo stesso stile delle celebri telefonate. L’uomo è morto all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila tra il 4 e 5 gennaio 2009, dopo il ricovero per grave embolia polmonare.

Mario Magnotta