Denise Pipitone, quando arriva l’esito del test del Dna: cosa sappiamo

Le recenti vicende riguardanti il presunto ritrovamento di Denise Pipitone hanno sconvolto l’Italia intera. Leggiamo insieme le ultime novità.

L’appello a Chi l’ha visto? di una ragazza russa alla ricerca della propria madre ha recentemente sconvolto l’Italia intera. La giovane infatti è stata ricollegata al caso di Mazara del Vallo, accendendo in numerosi animi l’ipotesi e la speranza che si possa trattare della piccola Denise Pipitone, scomparsa a Trapani 17 anni fa. Leggiamo insieme le ultime vicende e tutto quello che sta succedendo.

Leggi anche->Denise Pipitone, test del Dna alla donna russa: la reazione della mamma

Ancora non ci sono prove che certifichino l’identità della ragazza russa, e tutta la penisola italiana è infatti con il fiato sospeso, in attesa di scoprire finalmente la verità. Durante il corso degli anni la speranza di poter ritrovare la piccola Denise non si è mai davvero spenta, e il caso di cronaca che ha fatto così tanto discutere potrebbe finalmente trovare un finale degno di essere raccontato.

Leggi anche->Piera Maggio ha avuto un malore, ricoverata la mamma di Denise Pipitone

Assomiglia inequivocabilmente a Piera Maggio, la mamma di Denise, la ragazza russa, che non ricorda nulla della sua famiglia, della sua identità, e del suo passato. Senza documenti, la giovane, ribattezzata Olesya Rostova in orfanotrofio, è alla disperata ricerca della madre. Soltanto il test del DNA potrà rivelare se si tratta davvero o meno della dolce Denise. “Siamo cautamente speranzosi.” ha detto mamma Piera, senza sbilanciarsi troppo. Il suo legale, Giacomo Frazzita, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Adnkronos. “Attendiamo il gruppo sanguigno di Olesya, appena lo avremo lo confronteremo con quello di Denise. Se è compatibile si procederà con l’esame del DNA. Spero entro il weekend di avere le idee più chiare”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ipotetico ritrovamento di Denise Pipitone, le parole di mamma Piera: “Vogliamo rimanere con i piedi per terra”

Piera Maggio, rimasta per un po’ lontana dai riflettori, si è espressa in merito alla questione tramite un messaggio audio. “Vogliamo rimanere con i piedi per terra, cautamente speranzosi.” ha dichiarato. Poi ha continuato: “Anche perché le segnalazioni passate ci hanno mostrato che l’illusione non porta a nulla. Vogliamo conoscere la verità e aspettiamo l’esito del DNA“. Dunque tutta l’Italia tiene adesso le dita incrociate, in attesa dei fatidici risultati degli esami.