Vaccini, l’annuncio del ministro Speranza: “Al via anche nelle farmacie”

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato ai microfoni di Domenica In che è stata approvata la norma per le vaccinazioni anche nelle farmacie.

Speranza vaccini

“Abbiamo approvato una norma che consentirà le vaccinazioni anche in farmacia. Appena avremo un numero di dosi più significativo useremo anche le farmacie”. E’ quanto ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo oggi pomeriggio a Domenica In su Rai 1. Illustrando le novità contenute nel Dl Sostegni, Speranza ha precisato che “i farmacisti avranno una formazione apposita” e “saranno previsti spazi che garantiscano la vaccinazione in sicurezza”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La svolta sul fronte dei vaccini anti-Covid

Parlando con Mara Venier nel salotto di Domenica In il ministro Speranza si è soffermato sulla campagna vaccinale, dicendosi ottimista in vista dell’estate anche in virtù della prossima somministrazione dei vaccini in farmacia. “Io sono ottimista – ha spiegato -. Sono convinto che nel corso della primavera, ma anche con l’estate vedremo un miglioramento significativo. Sicuramente faremo un’estate diversa rispetto al periodo attuale. Ci sarà comunque bisogno di gradualità, non scomparirà tutto in un giorno, ma con l’arrivo del vaccino il problema potrà essere superato. Credo che da qui alla fine dell’estate avremo un quadro completamente diverso da quello di questi giorni”.

Leggi anche –> San Marino, distribuite migliaia di dosi di vaccino Sputnik: da domani i risultati

“In questi mesi – ha aggiunto Speranza – sono stato sempre quello più duro, ma l’ho fatto perché sono realista e vedendo situazione complicata. Io credo che ora ci siano le ragioni per guardare con più fiducia alle prossime settimane. Questo è ancora un momento difficile, servono precauzioni, ma con il passare delle settimane la situazione migliorerà”. Quanto al vaccino di Johnson & Johnson, il ministro ha sottolineato che “è molto importante, perché è il primo che consente l’immunità con una sola dose. Questo è molto importante perché ci aiuterà molto dal punto di vista logistico. Poi in questo secondo trimestre verrà approvato anche il vaccino CureVac”. Nel frattempo va avanti anche la sperimentazione sul vaccino tutto italiano di Reithera, “una realtà sulla quale vogliamo continuare ad investire per essere sempre più autonomi da qui ai prossimi mesi”.

Leggi anche –> Vaccino Covid, c’è la svolta: in arrivo 330mila dosi Moderna alle Regioni

Vaccino Astrazeneca