Evan, il padre del bambino morto: “Lo picchiavano così” VIDEO

Parla Stefano, papà di Evan, il bambino morto per le orribili percosse subite ad agosto 2020. Lui punta il dito contro la ex ed il compagno.

Evan bambino morto
Evan bambino morto Foto dal web

La vicenda di Evan, il bambino morto a Modica, in provincia di Siracusa, per le tante percosse ricevute il 17 agosto 2020, è al centro della puntata di ‘Storie Italiane’ di venerdì 19 marzo 2021.

Leggi anche –> Modica, muore bimbo con lividi sul corpo: fermato il compagno della madre

La trasmissione di Rai 1 condotta da Eleonora Daniele ha raggiunto in esclusiva Stefano, padre naturale del piccolo. Dopo la fine della sua relazione con la mamma di Evan, la 23enne Letizia Spatola, lei era andata a convivere con il suo nuovo compagno, Salvatore Blanco.

Quest’ultimo, 32 anni, è accusato di avere compiuto materialmente l’infanticidio. E Stefano racconta alle telecamere di ‘Storie Italiane’ lo sconcertante esito appreso dall’esame autoptico sul corpicino del suo figlioletto. “Aveva quattro costole rotte, fratture a bacino, spina dorsale, ad una spalla e variate lesioni interne”.

Leggi anche –> Bambino morto Modica | lividi ovunque | arrestata anche la mamma

Evan bambino morto, il dolore del papà Stefano a ‘Storie Italiane’

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Storie Italiane (@storieitalianerai)

Il giovane parla anche delle minacce ricevute dall’attuale compagno della sua ex, scrivendogli su Whatsapp che se non avesse optato per un cambio di residenza, Blanco avrebbe fatto del male ad Evan. “Non so se lo picchiasse lui o lei, ma la colpa è di entrambi”.

Leggi anche –> Bambino morto a Modica, lo strazio della nonna: “Ecco che gli hanno fatto”

Il suo avvocato informa che la Procura di Siracusa ha ricevuto la segnalazione sulle violenze subite dal bambino solo giorni dopo la effettiva morte del bambino. Il tutto presentava foto dei lividi e dei segni subiti dal piccino, che aveva solamente 21 mesi. E Stefano non si dà pace, sostenendo che le autorità non hanno mai preso sul serio questa situazione.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

“La morte di mio figlio si sarebbe potuta evitare, ed anche molto facilmente”. Fosse stato per lui, lo avrebbe preso e portato via pur di salvarlo. “Anche andando contro alle disposizioni del giudice sulla custodia”.

Foto dal web