Marta Cartabia, chi è la nuova Ministra della Giustizia: età, carriera, vita

Per il Ministero della Giustizia la scelta di Draghi è ricaduta su Marta Cartabia: età, carriera e vita dell’ex presidente della Consulta.

Tra tutte le scelte prese da Mario Draghi per la sua squadra di governo, quella di Marta Cartabia era una di quelle maggiormente scontate. Il suo nome era stato fatto sin da prima che Sergio Mattarella scegliesse di affidare l’incarico all’ex Presidente della Bce. La scelta di un tecnico per il Ministero della Giustizia è stata fatta per superare le tensioni e le differenze che hanno animato le varie maggioranze in questi anni. La riforma proposta dal Movimento 5 Stelle, infatti, è stata tra le ragioni della caduta di ambo i due governi Conte.

A lei, dunque, spetterà trovare gli equilibri tra le anime della larga maggioranza. Trovare la sintesi non sarà semplice, ma il compito e stimolante e alla sua portata. Il compito principale che avrà il Marta è quello di portare a compimento la riforma della giustizia civile. Se possibile sveltire i tempi dei processi penali.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Marta Cartabia: età, carriera e vita privata

Nata a San Giorgio su Legnano (Milano) il 14 maggio del 1963, si è laureata in Giurisprudenza all’Università di Milano nel 1987 e preso un dottorato di ricerca nel 1993 all’Istituto universitario europeo di Fiesole, successivamente (fino al 1999) è stata ricercatrice di diritto Costituzionale. Tra il ’93 ed il ’95 ha avuto il ruolo di assistente di ricerca presso la Corte Costituzionale. Nel ’99 è diventata professoressa associata e quello succesivo (fino al 2004) ordinaria di Istituzioni di diritto pubblico all’Università di Verona.

Leggi anche ->Caos nel governo Draghi: si è dimenticato il Ministero dello Sport

Nel 2011 è stata eletta giudice della Corte Costituzionale, divenendo dopo tre anni vicepresidente della Corte. Nel 2019 è stata eletta all’unanimità Presidente della Corte, divenendo la prima donna della storia a ricoprire questo ruolo. Lo scorso anno ha dovuto lasciare l’incarico di presidente e di giudice della Corte per la fine dei nove anni di mandato. Per quanto riguarda la vita privata, è di formazione cattolica e molto legata alla famiglia. Sposata da diversi anni è madre di tre figli.

Leggi anche ->Roberto Cingolani, chi è il nuovo ministro per la transizione Ecologica