Maestra di scuola materna arrestata a Bologna, in classe schiaffi e bestemmie

Una maestra della scuola materna Manzini a Bologna è stata arrestata martedì pomeriggio: nelle sue classi schiaffi, calci e bestemmie contro i bambini piccoli.

Un’insegnante di scuola materna è stata arrestata per maltrattamenti su minori poco dopo essere finita nel mirino delle indagini dei carabinieri di Bologna. Da tempo, infatti, i genitori avevano denunciato la condotta della maestra. I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia Bologna Centro sono riusciti ad intercettare quanto accadeva all’interno delle sue classi, e sono intervenuti. Nel 2010 altre due maestre erano state condannate per abuso di mezzi di correzione nella stessa scuola, la materna Manzini di Bologna.

Maestra arrestata a Bologna, picchiava i bambini di 3 anni

Il blitz delle forze dell’ordine è scattato martedì pomeriggio, e la donna è stata arrestata proprio mentre stava schiaffeggiando un bambino piccolo. L’arresto è stato convalidato, ma l’educatrice è stata rimessa in libertà poiché il Gip non ha ritenuto necessario applicare le misure cautelari richieste dalla Procura della Repubblica di Bologna. In attesa dell’accertamento dei fatti l’insegnante è stata sospesa e non potrà fare ritorno a scuola.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Morto improvvisamente a 32 anni, l’ultimo messaggio alla moglie

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

In uno degli episodi documentati durante le intercettazioni audio-visive nella scuola materna Manzini di Bologna si racconta che la mattina del 19 gennaio la maestra “afferrava per un braccio una bambina di tre anni, sollevandola da terra e trascinandola fino a farla cadere, e in seguito spingendola con vigore contro una cassettiera, sulla quale pretendeva che si sedesse”. Il 29 gennaio la stessa maestra ha tirato un calcio ad un altro alunno, della stessa età della compagna, seduto scomposto con un braccio a penzoloni. Nelle intercettazioni si ascoltano anche urla, rimproveri a voce alta e addirittura bestemmie.