Caso Olga Parlante: chi ha ucciso la Regina del Bingo

Storie Criminali, sul Nove, si occupa oggi del Caso Olga Parlante: chi ha ucciso la Regina del Bingo nel 1997, inchiesta e condanna.

Olga Parlante

Si è trattato di uno dei cold case che hanno maggiormente interessato l’opinione pubblica all’epoca: solo quindici anni dopo che la 71enne Olga Parlante, soprannominata “La regina del Bingo”, è stata strangolata nel suo appartamento nel sud della Florida, si è arrivati infatti a una prima vera svolta.

Leggi anche –> Matilde Gioli, il grave incidente che ha duramente segnato l’attrice

La nuova tecnologia delle impronte digitali ha portato la polizia a Bennie Hall, 44 anni, un criminale già in carcere, quando nel 2012 i sospetti si addensarono su di lui. Hall, che secondo gli investigatori non ha agito da solo, venne accusato di omicidio per la morte dell’anziana e incallita giocatrice.

Leggi anche –> Addio a Sophie, lutto improvviso nel mondo della musica

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giallo di Olga Parlante: un mistero lungo 25 anni

(screenshot video)

Il giorno della sua morte Olga Parlante è stata picchiata, strangolata con una camicetta e trascinata di nuovo in casa quando ha cercato di scappare via strisciando. Un televisore, una radio portatile e un orologio da camino sono stati rubati, secondo quanto si è appreso. “Voglio poter guardare quella persona negli occhi e dire perché hai fatto questo a mia madre”, ha detto all’epoca dell’arresto di Hall il figlio della povera vittima, Mark Parlante.

Olga Parlante aveva nove figli adulti, viveva da sola ed era parzialmente paralizzata. Quando nel 2012 vennero riaperte le indagini, che poi portarono a incriminare Hall, il detective Frank Ilarraza ha chiesto al laboratorio criminale dello sceriffo di rivalutare le prove raccolte nel 1997. Infatti, quando il delitto avvenne non era possibile comparare le impronte digitali con quelle di un database nazionale.