The Medium, l’erede spirituale di Silent Hill arriva in esclusiva su Xbox

The Medium, l’horror ambientato in Polonia che riprende le atmosfere di Silent Hill debutta sull’ecosistema Xbox, vediamo di cosa si tratta.

Sin dalla sua presentazione, The Medium ha catturato l’attenzione dei videogiocatori di tutto il mondo. Il gioco horror sviluppato dal team polacco Bloober Team, software house con una discreta esperienza nel genere, colpisce per una grafica spacca mascella e per un art design cupo e viscerale, in grado di comunicare anche solo ad un primo sguardo una sensazione di instabilità e angoscia. Il gioco debutterà domani su piattaforme Xbox, Xbox Game Pass e Steam.

Si tratta di un survival horror psicologico che attinge a piene mani al lavoro svolto da Konami a cavallo tra gli anni novanta e duemila con Silent Hill. Il protagonista si muove all’interno di due realtà coesistenti alla ricerca di una verità che si disvela davanti agli occhi del giocatore man mano che si procede con la storia. Il richiamo al classico dell’horror videoludico è dichiarato dagli stessi autori del gioco, i quali hanno richiesto la collaborazione di Akira Yamaoka, autore della colonna sonora di Silent Hill, proprio per ottenere attraverso la musica delle sensazioni equiparabili all’illustre predecessore.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

The Medium: gameplay e storia

Lato gameplay ci troviamo di fronte ad un survival in terza persona. La particolarità, rispetto ad altri esponenti del genere, è che la storia ed il puzzle solving si svilupperanno a cavallo tra la dimensione reale e quella spiritica. Come il titolo suggerisce, infatti, la protagonista Marianne è dotata di poteri psichici che le permettono di entrare in contatto con la dimensione spiritica. Tale potere dunque non è solamente un espediente narrativo, ma la meccanica attraverso quale si potrà andare avanti nella storia e superare gli enigmi che troveremo di fronte al nostro cammino.

Leggi anche ->Xbox Game Pass è un successo: 100 milioni di utenti su Xbox Live

Come spiegato nella sinossi del gioco su Steam, Marianne comincia la sua avventura poiché tormentata dalle immagini dell’omicidio di un bambino. Questi frame la portano a cercare indizi per svelare l’identità dell’assassino, una ricerca che la condurrà a svelare i segreti di un passato oscuro. Il videogioco è ambientato nella Cracovia degli anni ’80, durante il periodo del regime sovietico e in prossimità delle rivolte sociali che portarono all’indipendenza del Paese est europeo. Un setting ed un periodo storico affascinanti che mai prima d’ora erano stati sfruttati in un videogame.

Leggi anche ->Minecraft, scoperta la mappa di Herobrine: tutto quello che c’è da sapere