Festa di compleanno per il gatto, focolaio dopo party clandestino

Una festa di compleanno organizzata di nascosto e con festeggiato il gatto di casa porta alla positività di diversi tra gli invitati accorsi.

Festa di compleanno gatto focolaio
Focolaio alla Festa di compleanno organizzata per festeggiare il gatto di casa Foto dal web

Per chi ha la fortuna di avere un animale domestico nella propria abitazione nulla vale più di Fido o Felix. E lo sa bene una famiglia che ha organizzato proprio una festa di compleanno per il gatto. Il micione di casa ha compiuto 15 anni, e si tratta di un traguardo ragguardevole per questa specie di animale, che vive in media fino ai 20 anni al massimo.

Leggi anche –> Coronavirus Sicilia, Musumeci avverte: “Presto rischio di nuovo lockdown”

La cosa andava celebrata con un party apposito, con tanto di invitati a casa per brindisi, canzoncina di rito e taglio della torta. Non proprio il massimo però in tempi di Covid. La pandemia è arrivata anche in Cile, da dove arriva questa storia a metà tra il comico e l’assurdo. I padroni dell’attempato felino avevano organizzato una festicciola in gran segreto, ben consapevoli di stare trasgredendo la legge e qualunque regola per la sicurezza contro la pandemia.

Leggi anche –> Incendio nel più grande impianto di vaccini Covid, la situazione FOTO

Festa di compleanno, questa sciocchezza porta ad almeno 15 positivi

In casa loro sono arrivati oltre una dozzina di invitati. Il risultato? Dopo la festa di compleanno per il gatto ecco sorgere un esito di positività per 15 dei partecipanti al party. Ne è venuto fuori un focolaio in piena regola, insomma.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Dpcm gennaio, le risposte su cosa è permesso e cosa no nelle varie zone

Il micio invece sta benissimo. Proprio il Cile risulta essere tra i Paesi più colpiti dell’America del Sud, con più di 7500 morti da quando è cominciato questo incubo. Increduli i responsabili dei servizi sanitari della regione di Valparaiso, dove è avvenuta questa assurda vicenda.