Viaggi e spostamenti nel nuovo DPCM di gennaio: cosa cambierà

Quali sono le ipotesi relative a viaggi e spostamenti nel nuovo DPCM in arrivo intorno al 16 gennaio?

Spostamenti novità
Presidente Conte

Il vaccino è arrivato. La distribuzione in Italia è partita, ma sembra che lo spauracchio del Covid-19 sia ancora ben presente tra di noi. Fin troppo. I dati e il numero dei contagi dopo le vacanze di Natale non accennano a scendere come sperato e così si presume che dal 16 gennaio arriverà un nuovo DPCM che potrebbe cambiare ancora le regole con una nuova stretta su viaggi, spostamenti e anche sull’asporto. Come cambieranno gli spostamenti allora?

Le ipotesi sugli spostamenti nel nuovo DPCM

Premettiamo: non vi è nulla di certo. Quanto andiamo a riportare è frutto di indiscrezioni, rumors e voci di corridoi limitrofi alle stanze del Presidente Conte. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, infatti, ci potrebbe essere una nuova stretta per ridurre ancora di più il numero di contagi da Covid-19 e soprattutto il tasso di positività ormai al 13.

Si parla così di stop agli spostamenti tra regioni, anche se gialle oltre che coprifuoco confermato dalle 22 alle 5 e raccomandazioni sul numero di invitati a casa che non deve essere più di due. Per gli spostamenti tra piccoli comuni nelle zone arancioni pare che sia mantenuta la deroga per coloro che devono spostarsi tra comuni con meno di 5000 abitanti per muoversi fino a 30 chilometri, senza raggiungere il capoluogo di provincia.

Arriva la zona bianca

Resta quindi la metodologia di divisione dell’Italia a colori, ma si aggiunge la agognata zona bianca dedicata a quelle regioni che sono praticamente ad un passo dall’essere definite Covid-Free. Si parla però anche di vietare l’asporto dai bar dopo le 18 per evitare situazioni come quelle viste a Milano, Lucca o Roma con centinaia di persone accalcate fuori dai bar dopo l’orario di chiusura.

A cosa servono queste misure?

La speranza, ovviamente non è quasi più necessario dirlo, è che tutte queste misure così rigide e ancora così castranti sotto certi punti di vista e per svariate attività commerciali, siano la chiave di volta per uscire dalla pandemia. Unite al vaccino, infatti, si spera che tutto questo porti ad un notevole calo di contagi e ad un traguardo di zona bianca per tutte le regioni italiane.

Ribadiamo comunque che queste sono solo delle ipotesi, e che bisognerà aspettare ancora questa settimana per capire come si evolverà la situazione e come verranno regolamentati i viaggi e gli spostamenti in Italia.