Morta la regista Joan Micklin Silver: la lotta di una donna nel mondo del cinema

E’ morta la regista Joan Micklin Silver: l’instancabile lotta di una donna nel mondo del cinema. Silver ha ottenuto innumerevoli successi.

La regista Joan Micklin Silver è morta giovedì nella sua casa di Manhattan. Nata il 24 maggio 1935 a Omaha, Micklin era figlia di immigrati russi. Ha frequentato il Sarah Lawrence College di New York e si è sposata tre settimane dopo la laurea. Ha insegnato musica e si è dilettata nel teatro a Cleveland, Ohio, per gli 11 anni successivi, per poi trasferirsi a New York con la famiglia nel 1967. L’ultimo film della Silver è stato “Hunger Point”, del 2003. La donna lascia le figlie Claudia, Dina e Marisa Silver; una sorella, Renee, e cinque nipoti. Il marito è morto nel 2013 durante un incidente sciistico.

Addio a Joan Micklin Silver

Il film di Silver “Hester Street” (1975), la storia di una coppia di ebrei immigrati nel Lower East Side di Manhattan, ambientato nel 1890, fu rifiutato da vari studi cinematografici perché ritenuto “troppo etnico”. Silver ha dovuto affrontare anche la discriminazione rivolta a una regista donna. Così, sostenuta solo da membri della famiglia, ha realizzato il suo primo film con un budget ridotto e 34 giorni di tempo. Il film, in bianco e nero, era in yiddish con sottotitoli in inglese.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Il marito della signora Silver, Raphael D.Silver, era un suo instancabile sostenitore. L’uomo ha finanziato il film prima, e poi si è occupato della sua distribuzione. Il film ha guadagnato 5 milioni di dollari dopo il suo debutto ad ottobre 1975: un guadagno enorme se si pensa al budget di 370.000 dollari utilizzato per la produzione. L’attrice Carol Kane fu nominata per il premio Oscar come migliore attrice.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Grave lutto nel cinema: Corrado Olmi muore dopo aver contratto il Covid

Le obiezioni che si sono opposte a Hester Street si sono ripetute negli anni ‘80 quando Silver ha voluto realizzare “Crossing Delancey”, una commedia romantica con Amy Irving e Peter Riegert. Questa volta il regista Steven Spielberg era un sostenitore, e le suggerì di inviare la sceneggiatura ad un dirigente della Warner Entertainment. “Crossing Delancey” ha incassato più di 116 milioni di dollari in tutto il mondo.