Padre si suicida durante la videochiamata al figlio di 6 anni per punire la ex

Ad Ivrea un padre si è suicidato mentre parlava in videochiamata con il figlio di appena 6 anni per punire l’ex moglie.

Una tragedia familiare è emersa nelle scorse ore da Ivrea. Un uomo ha deciso di togliersi la vita dopo aver passato un periodo di depressione a causa della denuncia a suo carico presentata dall’ex compagna. In estate, infatti, la donna aveva denunciato il 53enne ai carabinieri per maltrattamenti. Dopo aver depositato la denuncia sono scattate le contromisure di protezione nei confronti delle donne in pericolo.

La donna ed i tre figli della coppia sono stati portati in una struttura protetta, all’interno della quale l’uomo non avrebbe potuto rintracciarli. L’uomo si è sentito travolto dalla decisione della moglie, non riuscendo ad accettare che gli avesse portato via i figli e lo avesse fatto apparire come un mostro. Sulla vicenda non sono emersi ulteriori dettagli, ma dato che le forze dell’ordine hanno agito tempestivamente in difesa della donna e dei tre bambini, è probabile che vi fossero delle prove a sostegno delle accuse di maltrattamento.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Padre si suicida durante la videochiamata ai figli per punire la ex 

Il comportamento dell’uomo nei confronti della compagna era evidentemente legato ad un disturbo che si è acuito con la separazione dai figli e dalla famiglia. Ieri l’uomo ha mandato una lettera indirizzata alla famiglia nella quale comunicava il suo desiderio di vendetta nei confronti dell’ex compagna. Non potendola raggiungere, ha pensato di vendicarsi in maniera estrema, ovvero compiendo un suicidio davanti ai figli.

Leggi anche ->Figlio gay, il padre non lo accetta ed assolda un sicario: “Fagli male”

Durante la quotidiana videochiamata con i tre bambini, l’uomo ha preso in mano una pistola e si è sparato alle tempie mentre parlava con il figlio di 6 anni. Una scena traumatica che segnerà per sempre la vita dei piccoli. In base a quanto emerso dalle prime indagini, la pistola utilizzata dall’uomo per commettere il suicidio non era stata registrata.

Leggi anche ->Ancona, donna commette suicidio dopo la colazione col marito