Wanda Nara, la Littizzetto si difende dalle accuse: “Non a sfondo sessista”

Continuano le polemiche intorno a Wanda Nara. Ancora una volta la Littizzetto ha specificato il motivo delle sue frecciatine

Luciana Littizzetto

Nei giorni scorsi è scoppiata una nuova polemica intorno a Wanda Nara, moglie di Mauro Icardi, che avrebbe pensato anche alla denuncia legale per Luciana Littizzetto dopo le sue continue frecciatine. Così è arrivata la difesa di quest’ultima durante l’ultima puntata a Che tempo che fa, dove ha specificato che le sue dichiarazioni non erano a sfondo sessista: “Che il cielo benedica le donne che sanno ridere di loro, che si fanno prendere in giro perché questa è la vera uguaglianza”. Successivamente ha aggiunto: “Un comico può capitare che faccia una battuta esagerata, ma non era sessismo che è un’altra cosa”.

Leggi anche —> Wanda Nara denuncia Luciana Littizzetto: bufera dopo la battuta “sessista”

Leggi anche —> Wanda Nara oggi compie 34 anni, l’avete mai vista da bambina?

Wanda Nara, le motivazioni della Littizzetto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Durante la puntata la stessa Littizzetto ha toccato vari punti per risolvere la questione: “Se una donna fa una battuta discutibile su un’immagine discutibile di una donna è sessismo? No. È solo libertà di pubblicare quello che ti pare e di parlarne come ti pare. A ogni azione, una reazione. Punto”. Infine, ha rivolto il suo ultimo pensiero alle tante donne che ha preso di mira durante la sua carriera: “Siamo benedette la Marcuzzi e la De Filippi. La D’Urso, la Hunziker, la Ferragni, Filippa. Sia santificata la Belen e le Rodriguez tutte. Perché ridere è una salvezza, una delle poche cose che in questi tempi duri ci ha salvato”.

 

Wanda Nara