Marito e moglie uccisi, finiti entrambi a fucilate in campagna: è mistero

Si indaga sul duplice delitto che riguarda marito e moglie uccisi nel loro possedimento di campagna. Qualcuno li ha ammazzati a colpi di fucile.

marito e moglie uccisi
A Reggio Calabria marito e moglie uccisi mentre lavoravano la terra Foto dal web

Trovati i corpi di marito e moglie uccisi in campagna. Le vittime si chiamavano Giuseppe Cotroneo e Francesca Musolino. Avevano rispettivamente 58 e 51 anni e qualcuno ha scaricato contro di loro dei colpi di fucile.

Leggi anche –> Uccide la moglie e viene assolto: “Era in delirio di gelosia”

A trovare i cadaveri senza vita dei due uno dei loro due figli, che subito ha avvisato le forze dell’ordine. Su quanto successo hanno aperto ora una indagine i carabinieri di Reggio Calabria, dove è accaduto il delitto. A coordinare l’inchiesta è la Procura locale. Il figlio si trovava con loro ma in un altra zona del loro possedimento terriero. Abbastanza vicino comunque da udire le fucilate. Questo episodio che riguarda marito e moglie uccisi sembra essere in tutto e per tutto un agguato malavitoso riconducibile alla ‘ndrangheta.

Leggi anche –> Va sul dark web e scopre il piano di una ragazza per uccidere i genitori

Marito e moglie uccisi, non c’era nessun legame con la malavita

Risulta comunque ce la coppia non sembrava avere legami di alcun tipo con la malavita del posto. Entrambi avevano un buon lavoro e coltivavano la terra nel loro tempo libero. Cosa che garantiva a tutti e due una ulteriore rendita. Al momento l’ipotesi più accreditata da parte delle autorità sembrerebbe essere quella che lascia propendere per una sorta di vendetta.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Madre uccide figlia, a 19 mesi la immerge in acqua bollente

Magari per questioni legate al vicinato oppure di famiglia. In questo senso si punta a fare maggiore luce dopo avere interrogato alcuni individui. Tra questi anche i loro due figli giovani, gemelli di 28 anni.