Lite in diretta a Storie Italiane, Cecchi Paone nella bufera: “Si vergogni”

Le affermazioni di Cecchi Paone sulla tossicodipendenza di Diego Maradona hanno generato una furiosa lite a Storie Italiane.

A tenere banco questa mattina a Storie Italiane è la morte di Diego Armando Maradona. Ci sono ancora alcuni dettagli misteriosi sul decesso dell’ex fuoriclasse di Argentina e Napoli, dei quali si discute e si discuterà ancora per diverso tempo. Ieri, ad esempio, è uscita la notizia di un incidente avvenuto il giorno prima del decesso. Secondo quanto riferito Diego sarebbe caduto sbattendo la testa ma non sarebbe stato allertato alcun medico.

Leggi anche ->Maradona, l’ultimo straziante audio dedicato al figlio

Ospiti del programma condotto da Eleonora Daniele ci sono l’avvocato del campione defunto, Angelo Pisani, e Cecchi Paone. Il legale ha risposto in questo modo a chi collega la morte di Diego alla tossicodipendenza: “Voglio dire una cosa, chi parla di tossicodipendenza lo fa solo per mettersi in mostra. Si continua a fare pubblicità su Maradona senza mai aver conosciuto Maradona, io con Maradona ho vissuto negli ultimi anni e vi assicuro che non era tossicodipendente. I tossicodipendenti sono altri, ma non Maradona oggi”.

Leggi anche ->Maradona appare in cielo: incredibile quello che succede in Argentina

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lite a Storie Italiane, Cecchi Paone nella bufera: “Si vergogni”

Concluso l’intervento, Eleonora Daniele da la parola agli altri ospiti e interviene Alessandro Cecchi Paone, il quale entra immediatamente in polemica con l’avvocato: “Ma no, l’avvocato si definisce uno strumento di Dio, quindi come avvocato non vale un ciufolo, faccia il profeta. Se vuole portarci in tribunale saremo circa in 50 mila tra commentatori, giornalisti e opinionisti che conoscono perfettamente il fenomeno Maradona, avrà molto da fare”.

Alla provocazione l’avvocato risponde prontamente dicendo: “Guardi, se io sono un ciufolo, ci sono 50mila ridicoli, ignoranti che parlano senza sapere e solo per mettersi in mostra e sfruttare l’immagine di una persona che rispetto a voi ha fatto molto di più”. Cecchi Paone, provocatoriamente commenta: “Faccia il profeta” e questo risponde: “Io faccio il profeta, lei fa spettacolo, spettacolo su un defunto, si vergogni”.

Il commentatore televisivo non arretra e aggiunge: “Ma chi è questo, è una macchietta”, e l’avvocato ribadisce: “Questo signore si deve solo vergognare, si vergogni”. Frase a cui Cecchi Paone risponde con un’altra provocazione: “Vada da uno psichiatra, le do un po’ di nomi”.

Maradona