Cosa vedere a Mantova in due giorni

Cosa vedere a Mantova in due giorni. Sette cose da non perdere nella splendida città della Lombardia

mantova
Mantova

 

Patria di Virgilio, casa dei Gonzaga, gioiello del Rinascimento, teatro d’arte e cultura e Patrimonio UNESCO. La città di Mantova è frutto di una stratificazione artistica e culturale avvenuta nel corso dei secoli. Mantova è sinonimo di arte in tutte le forme: letteratura, musica, pittura e cinema. E sono numerose e diverse le cose da vedere a Mantova.

La città lombarda splende di luce propria e la sua bellezza non risiede solo nell’arte, ma anche nel suo territorio e nella cucina variegata ed unica. Mantova si apre a tutti, grandi e piccini, sportivi e ricercatori, artisti e amanti dell’arte.

Mantova si gira facilmente e in due giorni riuscirete a godere di tutte le bellezze della città e vederne i suoi monumenti principali. Molto da vedere anche nei dintorni di Mantova, dunque se avete qualche ora in più non perdetevi le meraviglie che si trovano nelle vicinanze. Una su tutte: gli amanti di Valdaro.

Cosa vedere a Mantova in due giorni

Arte, buon cibo, romanticismo e molto altro. Mantova è uno dei capoluoghi della Lombardia più belli. Abbiamo selezionato per voi cosa visitare e vedere in due giorni.

Mantova, città dichiarata Patrimonio Unesco, è una vera e propria città-museo. Ogni angolo della città racconta un storia diversa. La sua posizione geografica l’ha resa impenetrabile da un punto di vista militare in passato, ma oggi la rende romantica e unica. Bagnata da tre laghi, alimentati dai fiume Mincio, questa città ha molto da raccontare.

Cosa vedere a Mantova in due giorni

  • Palazzo Ducale
  • Castello San Giorgio e la camera Picta
  • Basilica di Sant’Andrea
  • Teatro Bibiena
  • Palazzo Te
  • Gli amanti di Valdaro
  • Vedere il panorama della città

Palazzo Ducale più grande d’Europa

Come Urbino, Mantova sfoggia uno dei Palazzi Ducali più belli d’Europa, sicuramente il più grande mai costruito. Il Palazzo Ducale di Mantova è talmente maestoso che sembra una piccola città nella città. Il palazzo, residenza dei Gonzaga, consta di ben 535 stanze su una superficie totale di quasi 35000 mq. Il palazzo custodisce i capolavori di Giulio Romano, Rubens, Mantegna, Pisanello e Raffaello.

Se vi interessa Rubens, non perdere>>7 giorni in Belgio

Castello San Giorgio e la Camera Picta

Oculo della Camera Picta Lombardia cosa vedere Mantova
Oculo della Camera Picta

Noto anche come la Reggia dei Gonzaga, Castello San Giorgio venne costruito per scopi difensivi, ma anche per sfoggiare l’autorità della famiglia. Sebbene il castello sia uno spettacolo per gli occhi, la sua bellezza risiede all’interno.

All’interno di uno dei maestosi torrioni del castello vi è la Camera degli sposi, o Camera Picta, un’opera di Andrea Mantegna. Incantevole il gioco di luci ed ombre per conferire all’ambiente, un po’ angusto, un’atmosfera “en plein air”. Gli affreschi della stanza realizzati sia a fresco che a secco sono meravigliosi e senza tempo. Alzate la testa ed ammirate l’oculo, il primo dipinto con la prospettiva verticale. Nella stessa stanza troverete due opere che raffigurano la famiglia Gonzaga: Scena della Corte e Scena dell’Incontro.

Il Sacro Graal nella Basilica di Sant’Andrea

La reliquia del Cristianesimo più importante del mondo è conservata nella Cripta di Sant’Andrea a Mantova. Il Santissimo Sacro Graal, il Sangue di Gesù Cristo, è custodito accanto della Croce da San Logino.

Interessante sapere che la veridicità del reperto è stata riconosciuta dal Vaticano e che Santo Papa Giovanni Paolo II si recò a Mantova per pregare davanti al Sacro Graal.

I Mozart e il teatro più bello del mondo

Teatro Bibiena è uno dei teatri più particolari e preziosi d’Italia. Il Teatro è interamente in legno ed ha la forma di una campana, senza parlare dell’acustica… eccellente!

Il teatro fu inaugurato nell’anno 1770 da un concerto del piccolo genio Wolgang Amadeus Mozart che allora aveva appena 14 anni. Il padre del piccolo talento, Leopold Mozart, rimase talmente estasiato dalla bellezza del teatro a campana che lo definì il teatro più bello del mondo.

Palazzo Te

Affresco ne La Sala dei Giganti Lombardia cosa vedere Mantova
Affresco ne La Sala dei Giganti

Il nome del palazzo Te deriva da “Tejeto” una piccola isola che anni or sono era posta sul canale della città.

Le sale di Palazzo Te sono tutte ricche di affreschi meravigliosi, le più famose sono la Sala dei Giganti, la Sala dei Cavalli e  la Sala di Amore e Psiche. Inoltre all’interno del palazzo vi è il Museo Civico della città.

Un abbraccio lungo 6000 anni

L’amore è eterno, almeno per i resti di un uomo e di una donna uniti in un abbraccio da oltre 6000 anni. Abbracciati come in un film, le braccia di lui che avvolgono il capo dell’amata e viceversa e  le gambe raccolte e incrociate. Questi due innamorati sono famosi come “Amanti di Valdaro” e sono due scheletri del Neolitico ritrovati in una necropoli nei pressi di Mantova.

Uno skyline unico nel suo genere

Mantova Lombardia cosa vedere Mantova
Skyline a Mantova

Sembra lo skyline di una città del Canada come Toronto o Vancouver e invece parliamo di Mantova. Esattamente su Via Legnago si può assistere allo Skyline più bello d’Italia, quello di Mantova. Uno skyline disegnato dal maestoso Castello San Giorgio, dalla meravigliosa cupola di Sant’Andrea e dal Campanile di Santa Barbara.

A cura di Chiara Scrimieri