Aurelia Laurenti, chi era la donna di Pordenone uccisa dal compagno

Un nuovo femminicidio in Italia, la vicenda di Aurelia Laurenti: chi era la donna di Pordenone uccisa dal compagno.

(Facebook)

L’ennesimo dramma che si consuma in Italia: ancora una volta una donna che viene uccisa dall’uomo che diceva di amarla. L’ultimo femminicidio si è consumato nella tarda serata di ieri a Riveredo in Piano, piccolo centro abitato situato in provincia di Pordenone. Una donna è stata uccisa dal compagno infermiere, di un anno più grande.

Leggi anche –> Uccide la fidanzata, si costituisce con le mani macchiate di sangue

I protagonisti di questa vicenda sono un 33enne proveniente da Cosenza, Giuseppe Forciniti, e la compagna, Aurelia Laurenti. La donna è stata massacrata senza pietà a coltellate da quell’uomo che diceva di amarla. Vittima di atroce violenza, la donna lascia due bambini piccoli di rispettivamente 3 e 8 anni.

Leggi anche –> Celeste Manno uccisa a coltellate dal suo stalker a 24 anni, lo aveva denunciato

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Aurelia Laurenti, vittima di femminicidio

Lascia inoltre sgomenti quanti la conoscevano e la apprezzavano per il suo costante impegno: originaria di San Quirino, voleva fare la mamma a tempo pieno ed era una casalinga. Questo però non le ha impedito ad esempio di impegnarsi per il suo paese d’origine, tanto da essersi candidata alle ultime elezioni comunali. In paese ci tornava spesso anche perché lì abitavano i suoi genitori.

A loro spesso si rivolgeva se aveva da fare per non lasciare soli i figli e anche al momento dell’omicidio i due bambini della coppia si trovavano in casa coi nonni. Non potevano sapere, né i suoi genitori, né tantomeno i figli, che la loro figlia e mamma non l’avrebbero vista più, uccisa dall’uomo con cui stava costruendo la sua famiglia. Una vicenda straziante che ha colpito due comunità.