Il vaccino cinese Covid-19 somministrato a un milione di persone

Prosegue la lotta al Coronavirus sul fronte della ricerca, intanto il vaccino cinese Covid-19 somministrato a un milione di persone.

(JUSTIN TALLIS/AFP via Getty Images)

Un vaccino Covid-19 sviluppato da un’azienda farmaceutica cinese di proprietà statale è stato somministrato a circa un milione di persone nell’ambito di una importante fase sperimentale, la più vasta al mondo finora realizzata. “Non si è verificato un solo caso di evento avverso grave. Le persone hanno avuto solo sintomi lievi”, ha detto Liu Jingzhen, presidente del China National Pharmaceutical Group (Sinopharm).

Leggi anche –> Vaccino Oxford | AstraZeneca annuncia | ‘Costerà solo 2 euro’

Il dirigente cinese ha sottolineato – citato da un quotidiano di Hong Kong: “Fino ad ora, tutti i nostri progressi, dalla ricerca alle sperimentazioni cliniche alla produzione e all’uso di emergenza, hanno guidato la ricerca nel mondo”. Queste le sue parole nonostante le critiche riguardanti le aziende cinesi che non hanno pubblicizzato i dati clinici dei suoi studi sui vaccini.

Leggi anche –> Vaccino Covid | Crisanti a sorpresa | ‘Perché non lo farei’ | VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La lotta al Coronavirus: novità importanti da un vaccino cinese

(Kevin Frayer/Getty Images)

Le vaccinazioni eseguite in Cina non seguono un protocollo di sperimentazione, è la principale accusa rivolta dalle aziende farmaceutiche occidentali. Intanto però la rivista Lancet Infectious Diseases ha affermato che un vaccino candidato contro Covid-19 inattivato cinese si è dimostrato sicuro e tollerabile e può indurre una rapida risposta immunitaria. Tale vaccino candidato sarebbe in grado di proteggere il corpo umano dalle infezioni causate dal virus, ha riferito Xinhua, citando i risultati di Lancet.

Si tratta del vaccino prodotto dall’azienda farmaceutica privata Sinovac, che ha già iniziato la somministrazione in alcune zone della Cina. Il vaccino denominato CoronaVac è stato testato in studi clinici di fase 1 e di fase 2 randomizzati e ha avuto davvero dei buoni risultati. Secondo quanto si apprende, la vaccinazione viene effettuata con due dosi prese a 14 giorni di distanza e il candidato vaccino è efficace. Questo vuol dire che – spiegano Zhu Fengcai, uno degli autori dello studio – potrà essere presto utilizzato su larga scala.

(NOEL CELIS/AFP via Getty Images)