Michael J Fox annuncia il ritiro: “Non riesco più a memorizzare i dialoghi”

L’attore americano Michael J Fox ha annunciato il suo ritiro dai set cinematografici a causa delle sue condizioni di salute.

Nel corso degli anni ’80, grazie alla mente geniale di Robert Zemekis abbiamo imparato ad apprezzare e conoscere il giovanissimo Michael J Fox. L’attore americano è il protagonista della trilogia cult ‘Back to the Future’ e grazie alla sua interpretazione Martin McFly è diventato un simbolo della cinematografia mondiale. Il successo ottenuto con i film ha permesso all’attore americano di diventare una delle stelle più ricercate di Hollywood. Purtroppo, però, la sua carriera ha subito un’improvvisa e inattesa battuta d’arresto a causa delle sue condizioni fisiche.

Leggi anche ->Michael J Fox parla del suo dramma: “Il Parkinson mi sta rubando la memoria”

Ad inizio anni ’90 Michael ha scoperto di avere il morbo di Parkinson in fase iniziale. In un primo momento ha tenuto nascosta questa informazione, ma con il passare del tempo i sintomi sono diventati più evidenti e la malattia di dominio pubblico. Nel 2000 l’attore ha deciso di ritirarsi una prima volta, rinunciando al ruolo di protagonista nella fortunata serie ‘Spin City‘. Tuttavia ha accettato alcuni ruoli minori, dei cameo, in varie serie tv di successo come ‘Scrubs‘, ‘Rescue Me‘ e ‘The Good Wife‘.

Leggi anche ->Michael J. Fox: come sta l’attore di ‘Ritorno al futuro’ affetto da Parkinson

Michael J Fox annuncia il ritiro: “Non sono più in grado di memorizzare un copione”

Da qualche tempo a questa parte si erano fatti insistenti i rumor su un possibile ‘Ritorno al Futuro 4‘. Un’ipotesi che non è mai stata preventivata in passato ma che in un periodo in cui i remake, i reboot ed i sequel tardivi di film di successo vanno per la maggiore non avrebbe sorpreso più di tanto. Tuttavia già qualche mese fa lo stesso Michael J Fox aveva smentito la voce a riguardo.

La speranza dei fan fino a oggi non si è mai spenta, almeno finché l’attore non ha pubblicato il suo libro autobiografico, in cui spiega che prenderà le distanze dal mondo della recitazione: “Se questo segnerà la fine della mia carriera, così sia”. Il motivo di questa decisione è legato all’età che avanza e alle sue condizioni di salute: “Comincio ad avere difficoltà a pronunciare le parole e ripeterle una di seguito all’altra, ma queste sono solo l’ultima increspatura nel lago dei miei problemi”.

Il riferimento ovviamente sono ai tremori alla difficoltà sempre più marcata nell’utilizzare le braccia (ha dovuto smettere di suonare la chitarra). Il peggioramento dei sintomi, spiega infine Michael: “Li ho letti come un messaggio, un indicatore: c’é un tempo per ogni cosa. Una giornata di lavoro di 12 ore, memorizzare sette pagine di dialogo sono ormai alle mie spalle, almeno per ora”. Non esclude che in futuro possa cambiare idea, ma per il momento: “questa è la mia seconda pensione”.

michael j. fox
(Nicholas Hunt/Getty Images for Tribeca Film Festival)