Amici 2020, Esa Abrate rivela il suo dramma: “Picchiato da bambino”

Il concorrente di Amici 2020 Esa Abrate, originario del Congo, ha raccontato il suo tragico passato e la sua storia.

amici

Esa Abrate, originario del Congo,  è un concorrente di Amici 2020 con un passato tragico e un’infanzia difficile.

Leggi anche–> Amici 2020, chi è Rosa Di Grazia: età, foto, storia della ballerina

Oggi si è aperto e ha condiviso la sua storia piena di dolore, così il pubblico ha potuto conoscerlo meglio come persona.

Amici 2020, l’infanzia difficile di Esa 

Esa Abrate ha raccontato di essere nato in Congo e non è cresciuto con i suoi genitori biologici ma è stato adottato da un’altra famiglia. Esa era un figlio illeggittimo, al conrario dei suoi fratelli e per questo sua mamma non ha voluto tenerlo ed è morta quando lui aveva un anno.

Leggi anche–> Amici 2020, chi è Letizia Bertoldi: età, storia, vita privata, foto

La donna che lo ha preso in affidamento non è stata affatto tenera nè materna con Esa, che ha subìto gli abusi più terribili fin da bambinoe ne porterà per sempre le cicatrici “Lei aveva evidentemente qualche problema. Mi picchiava con il caricabatterie. Infatti io ho le cicatrici sulla schiena“.

Leggi anche–> Amici 2020, chi è Raffaele Renda: età, storia e vita privata

La sua tragica storia continua con il riconoscimento da parte del padre, quando Esa aveva già 6 anni. Nemmeno questa volta però Esa ha trovato l’amore che meritava, infatti l’uomo però non gli permetteva di uscire di casa: “Si arrabbiava un sacco. Mi picchiava con la fibbia della cintura”. 

Esa ha trovato finalmente l’amore di una famiglia vera solo quando è stato adottato e finalmente ha trovato l’affetto e il rispetto che gli è sempre mancato nella vita. Il ragazzo ha infatti detto di dover ringraziare il suo presente e anche il suo passato per averlo reso la persona che è adesso.

amici