Uomo ucciso | efferato omicidio per pochi euro di pensione | FOTO

Risolto il caso di un uomo ucciso a fine luglio. Tutto è avvenuto per qualche centinaio di euro, spietato il killer che conosceva la vittima.

uomo ucciso Milazzo
I carabinieri fermano il killer di un uomo ucciso a Milazzo per una modesta pensione Foto dal web

Un filmato riprende le immagini relative ad un uomo ucciso al termine di un feroce assalto. La vittima era un 73enne che aveva da poco intascato una modesta pensione. Ma pur di avere quei 650 euro, un individuo di 56 anni non ha esitato a dare l’assalto all’anziano. E per fare sparire ogni prova ne ha anche bruciato il cadavere gettandolo poi in una discarica, senza alcun ritegno.

Leggi anche –> Melania Rea, storia della donna uccisa dal marito Salvatore Parolisi

Ma le immagini estrapolate dalle telecamere di sicurezza installate in strada hanno consentito alle forze dell’ordine di risalire al killer. E per lui ecco infine scattare le manette, dopo quasi quattro mesi di indagini. L’efferato omicidio ha avuto luogo a Milazzo, in provincia di Messina. Adesso nei confronti dell’assassino c’è da rispondere delle accuse di omicidio premeditato e di distruzione di cadavere. Ricostruita anche l’intera dinamica del fatto, sul quale i carabinieri non hanno assolutamente dubbi. Vittima e carnefice si conoscevano e l’anziano, dopo avere ritirato la propria pensione, era stato condotto da colui che lo avrebbe poi ammazzato, in un luogo isolato. Qui è avvenuto l’assalto, con 11 coltellate letali, allo scopo di impossessarsi dei soldi. Il lavoro svolto dagli inquirenti è partito proprio dal ritrovamento del corpo dell’uomo ucciso, avvenuto lo scorso 29 luglio 2020.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Leggi anche –> Uccide la compagna | poi nasconde il corpo a pezzi in valigia

Uomo ucciso, i carabinieri riescono ad incastrare l’assassino

Una delle prime cose svolte dalle autorità ha visto il setaccio delle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Le immagini avevano catturato il momento in cui una colonna di fumo si alzava poco dopo l’omicidio. In quel momento il 56enne stava dando fuoco al corpo dell’uomo ucciso, per cercare di eliminare ogni prova a suo carico. Ed i frame hanno evidenziato anche il passaggio di un individuo a bordo, sulla strada che conduceva dove era visibile il fumo. Tra l’altro prima erano ben visibili due persone a bordo, mentre dopo ce n’era soltanto una. Mettendo insieme altri indizi, i carabinieri hanno infine arrestato il conoscente della vittima. Che tra l’altro viveva da sola ed in condizioni igienico-sanitarie più che precarie. Nessuno ne aveva denunciato la scomparsa.

Leggi anche –> Investita mentre fa jogging | la 19enne Irene Boruzzi uccisa da ubriaco