Zaia lancia l’allarme: “Possibile guerra persa contro il Coronavirus”

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha evidenziato un aspetto molto importante per quanto riguarda la guerra al Coronavirus

L’emergenza Coronavirus è tornata ad essere davvero pesante in Italia. E così il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha rilasciato nuove dichiarazioni importanti ai microfoni de “La Repubblica”: “Non c’è più quello spirito di collaborazione avuto tra marzo ed aprile. Dal punto vista ospedaliero stiamo tenendo, almeno in Veneto, ma sul piano sociale è iniziata la vera battaglia. Il Covid non sembra più essere un problema della comunità, ma soltanto del singolo. Siamo passati dal noi all’io. Possibile guerra persa contr l’epidemia”. Un cambiamento dal punto di vista sociale con le tante persone che ormai non riescono più a pensare ad un possibile lockdown, che potrebbe arrivare anche nei prossimi giorni.

Leggi anche: Campania, da zona gialla ad arancione in pochi giorni: è possibile?

Leggi anche: Dpcm, in vigore le nuove restrizioni: le multe per chi non rispetta le regole

Zaia, un aspetto da non sottovalutare

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le persone sono cambiate nel giro di pochi mesi e non ci sarebbe più collaborazione tra le parti. Continuano i tanti assembramenti continui nelle zone gialle con bar e ristoranti pieni fino alle 18. L’aspetto sociale non è da sottovalutare: un lockdown generalizzato potrebbe apportare ancora tensione come sono avvenute nei giorni scorsi nelle piazze delle principali città italiane. L’atteggiamento è cambiato rigorosamente viste le misure prese dal Governo che non hanno portato a miglioramenti della situazione. Per certi versi non c’è più socialità con la possibilità di trovare nuovi provvedimenti.

luca zaia